Jamie Dornan parla di The Fall e 50 sfumature di grigio

Jamie Dornan parla di The Fall e 50 sfumature di grigio

L’attore di 50 sfumature di grigio e The Fall parla di entrambi i ruoli in un’intervista; tra tv e cinema non si può scegliere, dipende da alcune cose


Jamie è stato intervistato qualche giorno fa da un giornale che lo ha sottoposto ad alcune domande inerenti al suo ruolo nella serie televisiva The Fall e in quello di Christian Grey per il film 50 sfumature di grigio. Come mai Jamie Dornan ha scelto di dedicarsi a un ruolo da cattivo?

Jamie dice di essere sempre rimasto attratto da ruoli più “malvagi” perché proprio questi aiutano a scoprire partire di sè che durante il giorno, quotidianamente, non emergono. Non sempre si è a proprio agio mentre si recitano parti del genere, ma Jamie è uno duro e agisce nel lavoro professionalmente, cercando sempre qualcosa in più di sé stesso in ogni recitazione al cinema o in tv.

Agire nel ruolo di poliziotto in The Fall ha aiutato moltissimo anche il lavoro per 50 sfumature di grigio, anche perché i produttori cercavano qualcuno di già conosciuto. Forse se Jamie non avesse accettato il ruolo da “cattivo ragazzo”, prima in tv, non sarebbe stato nemmeno preso in considerazione per il film ispirato alla trilogia erotica di E. L. James.

 

Tornando a parlare di The Fall, l’attore chiarisce un pò le idee sull’origine dell’attrice Gilian Anderson, dallo spiccato accento britannico. L’interprete ha infatti origini inglese, è nata e cresciuta in Inghilterra per qualche anno. <<Lei svolazza tra gli accenti con una tale facilità.. è irritante quanto poco sforzo faccia>> – commenta Jamie Dornan.

Tra cinema e tv, Jamie, non è in grado di scegliere un preferito e perché sono due cose molto diverse e la scelta, per lui, dipende più dal ruolo che gli viene richiesto di interpretare e dallo script. Di certo c’è che il cinema non può permettersi le sceneggiature della televisione.

 

(v.c.)

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto