Iris – Mediaset: il channel manager svela i trucchi del successo

Iris – Mediaset: il channel manager svela i trucchi del successo

L’organizzazione sta al primo posto, ma non è il solo trucco per poter lavorare al meglio


Diego Castelli ha lasciato rete4 lo scorso maggio per entrare in Iris come channel manager. Laureato in televisione e cinema alla Iulm di Milano si è sempre occupato di film e serie televisive.

 

Per poter dirigere un canale televisivo, l’organizzazione sta al primo posto, ma non è il solo trucco per poterlo fare al meglio. Occorrono moltissima passione e sopratutto un pensiero coerente che dia ordine al lavoro che si sta svolgendo.

 

Il nuovo dirigente del canale Mediaset si trova bene in Iris: dice che  come canale televisivo è molto flessibile e che offre diverse possibilità e libertà creative.

 

La tattica migliore per poter conquistare un telespettatore è quello di programmare cicli e rassegne. Altrettanto necessario è capirne l’esigenza: per fare un esempio, al pubblico italiano tendenzialmente adulto e maschile, piace vedere film che non si vedono in tv da un bel po’ di tempo, mentre quelli di Lino Banfi sono sempre ben accetti da qualsiasi tipo di pubblico e a qualsiasi ora della giornata.

 

L’ora di programmazione è molto importante, perché è molto difficile che un telespettatore si metta a seguire due o più  “filmoni” uno seguito all’altro; è indispensabile, per cui, trasmettere prima e dopo il “filmone” dei lungometraggi più leggeri e meno impegnativi.

 

Il prossimo film su cui Diego scommette il boom è “American Graffiti“, che verrà trasmesso il 31 luglio. L’ultimo film ad aver conquistato e trattenuto sul canale moltissimi spettatori è stato “La leggenda del pianista sull’oceano“, film trasmesso il 14 di luglio scorso, che ha scalato tutta la classifica dei film più visti su Iris nel 2013, conquistando il primo posto.

 

La passione per il cinema e per la tv di Diego Castelli e la sue capacità organizzative contribuiscono ora alla gestione del canale Iris di Mediaset.

 

American Graffiti – trailer





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto