The Interview – Uscirà, parola degli avvocati

The Interview – Uscirà, parola degli avvocati

David Boies avvocato della Sony conferma che l’uscita del film è stata solo ritardata. Era tutta una manovra commerciale?


Buone notizie per gli amanti della commedia e i sostenitori della libertà, più presto che tardi, potremo vedere The Interview, il film la cui uscita al cinema è stata cancellata da Sony per paura di attentati e ritorsioni provenienti dalla Corea del Nord e dal dittatore Kim Jong Un. A confermalo è stato un avvocato della Sony che garantisce l’uscita.

The Interview, costato 42 milioni di dollari e interpretato dalle star James Franco e Seth Rogen, ha ottenuto una bella campagna pubblicitaria negli ultimi giorni grazie a questa querelle con la Corea del Nord. David Boies, avvocato Sony, ha dichiarato in diretta su NBC “Sony ha solo ritardato l’uscita, e sta lottando per far uscire il film. E sarà così. Come avverrà, ancora nessuno lo sa, ma succederà“.

Boies ha anche parlato delle minacce terroristiche, classificate come poco preoccupanti da parte del Dipartimento della Sicurezza Nazionale “Non è un problema della Sony, è un problema di sicurezza nazionale, e il governo deve fare qualcosa“. Riguardo alle frasi di Obama ha commentato “Apprezziamo l’appoggio, ma è tardi e non è molto bello biasimare la vittima”.

BitTorrent si è offerta di mettere online il film gratis di modo che tutti lo vedano e la stessa Sony potrebbe metterlo gratuitamente sul proprio servizio di streaming gratuito Crackle. Ma i 42 milioni spesi? La vicenda sembra sempre di più una manovra commerciale per pubblicizzare il film. Immaginate “The Interview, il film paladino della libertà!” “The Interview il film che i dittatori cattivoni non volevano farci vedere“.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto