Il film. African Cats, saghe feline all’ombra dei baobab | Foto

Il film. African Cats, saghe feline all’ombra dei baobab | Foto

Uscirà nelle sale italiane venerdì prossimo African Cats, un racconto epico di famiglie feline e sopravvivenza ambientato nella savana. Un…


Uscirà nelle sale italiane venerdì prossimo African Cats, un racconto epico di famiglie feline e sopravvivenza ambientato nella savana.

Un documentario di casa Disney diretto da Keith Scholey e Alastair Fothergill (“Earth”), voce narrante Claudia Cardinale (nella versione inglese è Samuel L. Jackson).

Tutto vero dunque, e non v’inganni la firma Disney, e qui gli animali non parlano non hanno pensieri né sentimenti umani, eppure la storia è intrigante come un romanzo, tra  vicende amorose, la determinazione dei maestosi re della savana e persino un certo umorismo. Felini allo stato selvatico che diventano personaggi: Mara, il leoncino che lotta per la sopravvivenza al fianco di una mamma forte, saggia e determinata; Sita, un temerario ghepardo che cresce da sola i suoi cinque piccoli; Fang, un leader orgoglioso e fiero che deve difendere la sua famiglia da un leone rivale.

Realizzato in alta definizione, il film è spettacolare: paesaggi grandiosi, animali bellissimi e i suoni naturali del Masai Mara. Al pubblico viene offerto ogni dettaglio,  persino i peli del manto dei ghepardi e dei leoni.

Quando eravamo nella macchia e sentivamo il ruggito di un leone, quel suono era talmente potente e profondo che il veicolo in cui ci trovavamo si muoveva e tremava – racconta Scholey. – Vogliamo che il pubblico viva questa stessa esperienza, che si senta pericolosamente vicino all’azione.

Quando la gente sentirà per la prima volta ruggire i leoni,  sobbalzerà sulla poltrona!”

Prodotto da Scholey e Alix Tidmarsh, questo è il terzo film di Disneynature, dopo “Earth”, uscito nel 2009 e “Oceans”, del 2010.

Inaugurata nell’aprile 2008, Disneynature riunisce i massimi filmmakers esperti in questo campo, allo scopo di catturare una varietà di argomenti e di storie sulla natura, proseguendo nella tradizione dello stesso Walt Disney, che fu anche un pioniere dei documentari sulla natura, avendo prodotto tredici film di questo genere fra il 1949 e il 1960.

A tenere le fila del documentario è una storia, quella generata dalla quotidianità delle savana, che ancora (e per fortuna) ospita il maggior numero di animali selvatici del nostro pianeta. Qui, i grandi felini restano i leader incontrastati, e la loro dedizione alla famiglia è ammirevole.  Ma prendersi cura dei più piccoli e proteggere i propri cari non è un compito facile.

Il mondo che li circonda è ostile, pieno di pericoli e popolato da temibili avversari.

Un mondo dominato dalla legge del più forte.

Girato nella  Repubblica del Kenya, nella riserva naturale del Masai Mara ai confini con la Tanzania, “African Cats” racconta un luogo che dà l’impressione di essere uguale da sempre, come doveva essere migliaia di anni fa, prima dell’uomo.

Per riuscire a catturare le avvincenti immagini dei felini, i filmmakers si sono armati soprattutto di pazienza,  hanno trascorso due anni e mezzo in Africa, ma i “fatti” narrati sono stati girati solo in venti giorni. Bizzarrie di un cast poco incline alle regole di Hollywood.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto