Guardiani della Galassia – Recensione

Guardiani della Galassia – Recensione

Di Adriano Ercolani


Peter Quill (Chris Pratt) e Gamora (Zoe Saldana) in Guardiani della galassia

Guerrieri della galassia
Guerrieri della galassia – backstage

RECENSIONE – Il miglior film della Marvel si è concretizzato grazie a un’operazione tanto semplice quanto efficace. Nell’equazione che ormai contraddistingue il prodotto sfornato dalla nuova Major da qualche anno con regolarità, si sono giustamente invertiti i termini. Questa volta infatti al centro della vicenda ci sono un gruppo di guasconi scapestrati che diventano supereroi, e non il contrario. In questo modo la natura dei personaggi è data in partenza e viene sviluppata con coerenza anche nella sua evoluzione. Quando invece si prendono personaggi fondamentalmente “seri” come Captain America o Thor (e in fondo anche Iron Man) e li si trasforma in simpatici buontemponi che salvano il mondo tra una battuta e l’altra, il rischio di snaturarne l’essenza è sempre dietro l’ angolo.

Compiuto dunque questo necessario spostamento concettuale, Guardiani della Galassia si dipana agile e divertito come il più classico dei giocattoloni costruiti per intrattenere a suon di milioni di dollari. James Gunn. mette in scena con agilità uno spettacolo visivamente gustosissimo, condito da una colonna sonora in puro retro anni ’80 che è un puro piacere per le orecchie ascoltare. Il resto lo fa un gruppo di attori principali molto affiatato, capitanato da quel Chris Pratt che finalmente al suo primo ruolo da vero grande protagonista sciorina tutta la sua innata simpatia. È lui il cuore e insieme il giullare del film, perfetto nell’abbinare la leggerezza richiesta dal ruolo con alcune pennellate di sorprendente malinconia. Accanto a lui la solita, sensualissima Zoe Saldana e qualche cammeo di lusso come quelli di Glenn Close, Benicio Del Toro e John C. Reilly.

Guardiani della Galassia funziona principalmente perché non promette nulla più di quello che può, anzi vuole dare. Cinema confezionato per divertire, spettacolare senza essere particolarmente originale, ma non per questo meno efficace, tutt’altro. Un lungometraggio assolutamente da non perdere se si vogliono passare due ore di sana, lieve allegria.

 

TRAILER

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto