Fuga per la vittoria: il film stasera su Iris

Fuga per la vittoria: il film stasera su Iris

In onda stasera 9 maggio alle 21 su Iris il film di John Huston, Fuga per la vittoria. Uscito nel…


In onda stasera 9 maggio alle 21 su Iris il film di John Huston, Fuga per la vittoria. Uscito nel 1981, questo inno al calcio e alla libertà diretto dal grande regista americano, ha un cast straordinario capitanato dal leggendario campione brasiliano di calcio Pelè, affiancato da attori come Michael Caine, Sylvester Stallone e Max Von Sydow. Tra i celebri calciatori professionisti che hanno partecipato al film ci sono l’inglese Bobby Moore, l’argentino Osvaldo Ardiles, il polacco Kazimierz Deyna, il belga Paul Van Himst, il britannico Mike Summerbee, il norvegese Hallvar Thoresen, e l’americano Werner Roth, oltre ai giocatori dell’Ipswich.

La storia è ambientata in un campo di concentramento tedesco per prigionieri di guerra, dove l’ufficiale nazista Von Steiner riconosce nel recluso Colby (Caine) un famoso giocatore di calcio inglese. Von Steiner è un accanito tifoso e non ha ancora digerito il fatto che la nazionale tedesca non abbia mai vinto contro la squadra britannica. Propone, perciò, un incontro fra una squadra tedesca e una composta dai prigionieri alleati. La partita si deve svolgere a Parigi, in modo da poter essere sfruttata propagandisticamente nella Francia occupata. I prigionieri, oltre agli allenamenti, si preoccupano anche di organizzare la propria fuga, con l’aiuto dei partigiani francesi. Arrivano a Parigi, e, finalmente, inizia la partita.

Fuga per la vittoria è il remale di un film ungherese del 1962, Kèt félido a pokolban di Zoltàn Fabri.  Si ispira anche alla cosiddetta “Partita della morte”, in cui la Dinamo Kiev sconfisse i soldati tedeschi durante l’occupazione dell’Ucraina da parte delle truppe naziste. La squadra giocò una serie di partite contro quella tedesca e le vinse tutte, e i calciatori vennero mandati in campi di prigionia, dove quattro di loro successivamente furono uccisi.

Stallone venne allenato per il suo ruolo dal portiere inglese campione del mondo Gordon Banks. A detta di Osvaldo Ardiles, Michael Caine, all’epoca 47 enne, era negato per il calcio e non aveva fiato per correre nel campo. Nel marzo 2019 è stato annunciato un remake di Fuga della vittoria che sarà diretto da Jaume Collet-Serra.

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto