Era mio padre: il film stasera su Rai 3

Era mio padre: il film stasera su Rai 3

Va in onda questa sera alle 21:15 su Rai 3 Era mio padre, film drammatico di Sam Mendes con Tom…


Va in onda questa sera alle 21:15 su Rai 3 Era mio padre, film drammatico di Sam Mendes con Tom Hanks, Paul Newman e Jude Law.

Michael “Mike” Sullivan è un gangster che lavora per il boss irlandese John Rooney e vive tranquillamente con la moglie e i due figli, ignari della sua attività. Un giorno, il figlio maggiore di Sullivan, Michael Jr. assiste a un omicidio commesso da suo padre e da Connor, il figlio di John. Connor, preoccupato che il ragazzino racconti qualcosa in giro, tenta di eliminarlo, ma alla fine uccide la moglie di Mike e il figlio più piccolo. Così Michael Senior e Michael Junior sono costretti a fuggire, inseguiti dal killer pazzoide Maguire, che di mestiere scatta fotografie sulle scene dei delitti. Durante il viaggio Michael Jr. si avvicina di più al papà, che è determinato a farsi giustizia eliminando John e Connor Rooney.

Era mio padre è il secondo lungometraggio dell’inglese Sam Mendes, che ha fatto qualcosa di molto diverso, e secondo noi più sofisticato, rispetto ad American Beauty, la sua folgorante opera d’esordio, concentrandosi su una vicenda ambientata negli anni ’30 invece che ai giorni nostri. Il film è liberamente tratto da un fumetto di Max Allan Collins ispirato alle gesta del boss John Looney. Mendes sposta l’azione dall’Irlanda agli Stati Uniti e, pur non tradendo l’estetica del materiale di partenza, gira un noir cupo e raffinato (e piovosissimo), avvalendosi della collaborazione del direttore della fotografia Conrad L. Hall, che vince l’Oscar. Il film segna l’ultima apparizione sul grande schermo di un grandissimo Paul Newman, alle prese con un personaggio spietato. Anche il Mike Sullivan di Hanks non è un agnellino, anzi è un villain con i fiocchi, ed è interessante che a interpretarlo sia un attore legato quasi sempre a ruoli da buono. La recitazione di Tom è molto controllata e sobria. A fargli da contraltare è la performance di Jude Law, decisamente più sopra le righe e, volutamente, ai limiti della caricatura e del cinecomic.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto