Disney, le uscite più attese. Tutte le immagini

Disney, le uscite più attese. Tutte le immagini

A New Orleans, nel French Quarter tra le vecchie case coloniali e il jazz vive una “principessa” afroamericana, si chiama…


A New Orleans, nel French Quarter tra le vecchie case coloniali e il jazz vive una “principessa” afroamericana, si chiama Tiana. Il suo principe – ranocchio, anche lui dalla pelle ambrata, fa di nome Naveen. Un bacio scioglierà l’incantesimo che lo imprigiona nel corpo dell’anfibio, ma come capita nelle migliori fiabe Disney, prima del lieto fine gli eroi dell’avventura avranno un bel po’ di peripezie da affrontare.

La Principessa e il ranocchio”, fiaba musicale in uscita in Italia il 18 dicembre, è una delle due pellicole Disney per il Natale. L’altra è “A Christmas Carol” (della quale abbiamo ampiamente parlato).    Rispetto alla tecnologia senza frontiere che il cinema di animazione sta sperimentando in questi tempi, The Princess and the frog è un delicato ritorno al passato. Dipinte a mano una ad una, le sequenze hanno il tratto rotondo dei classici Disney ed anche l’ambientazione, dal sapore antico, ricorda grandi successi di un tempo, come gli Aristogatti o Lilly e il Vagabondo. L’elemento di novità è invece sociologico e sta nella scelta di “colorare”, per la prima volta nella storia Disney, la pelle dei protagonisti della storia.  La direzione è stata affidata a Ron Clements e John Musker, i creatori de La Sirenetta e Aladdin. Il 30 novembre l’anteprima italiana alle Giornate professionali di Cinema a Sorrento.

Ha lasciato invece molte peplessità la decisione di Disney Italia di posticipare a dopo Natale (al 5 gennaio) l’uscita in sala de “Il Mondo dei replicanti”, alias Surrogates, uscito nel resto del mondo alla fine di settembre.  E non bisogna essere troppo cattivi per pensare che da parte dei distributori italiani ci sia stata la volontà di proteggere i cinepanettoni nostrani. Ma è solo un’illazione.
Tratto da una graphic novel di Robert Venditti e Brett Weldele, il film che ha per protagonista Bruce Willis è una futuribile storia di un mondo dove la realtà virtuale ha dato luogo all’era dei personal “surrogates”, robot grazie ai quali gli umani possono interagire tra loro senza muoversi di casa ma ricevendo le stesse sensazioni del surrogato inviato nel mondo. Un mondo perfetto che cela l’incubo.

Non c’è dubbio che l’uscita Disney più attesa sia però quella di Alice in Wonderland, programmata per il 4 marzo. Il film è stato girato in Disney 3d da un visionario Tim Burton che per reinterpretare la fiaba di Carrol ha chiamato la sua musa, Johnny Deep, a vestire i panni del cappellaio matto. La protagonista (Mia Wasikowska) è nella nuova versione una Alice diciannovenne che, dopo molti anni, fa ritorno nel mondo che visitò da bambina ritrovandovi i personaggi di sempre. Tra gli interpreti anche Anne Hathaway.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto