Il Cinema Ritrovato, a Bologna

Il Cinema Ritrovato, a Bologna

Tre giorni tutti per i cento anni della maschera di Charlot, e poi spazio al programma ufficiale: il Cinema Ritrovato, già battezzato dal direttore artistico Peter von Bagh Il paradiso dei cinefili, è tornato. A Bologna, come sempre…


Cent’anni di Charlot, il titolo del convegno, al via ieri sera, organizzato in collaborazione con l’Associazione Chaplin/Roy Export Company. Una tre giorni di eventi e conferenze internazionali come antipasto de Il Cinema Ritrovato e per celebrare il centesimo anniversario della nascita di Charlot, l’icona del cinema più festeggiata in questo 2014.  Ad accompagnare gli incontri e le proiezioni, una mostra, inaugurata ieri, dei lavori dell’artista francese Léo Kouper che disegnò tutti i poster per Chaplin dagli anni Cinquanta in poi. In esposizione anche alcuni bozzetti inediti, rimasti nei cassetti della United Artists. Ospiti degli eventi chapliniani: I registi Michel Hazanavicius, Mike Leigh, Alexander Payne. Il figlio di Charles Chaplin, Michael. Il Premio Oscar Kevin Brownlow. Il biografo ufficiale di Chaplin, David Robinson e, infoine, l’attrice protagonista di Luci della ribalta, Claire Bloom.

E da sabato 28 sino al 5 luglio, al via il programma ufficiale della rassegna sul cinema d’antan più importante del mondo. Ad aprire il festival, il leggendario James Dean nel capolavoro di Nicholas Ray, Gioventù bruciata (1955). La serata finale, sabato 5 luglio, sarà all’insegna di altre leggende: i Beatles. Il regista Richard Lester introdurrà A Hard Day’s Night (Tutti per uno, 1964) in occasione del 50° anniversario dalla sua prima uscita.

Negli otto giorni di festival, in programma 360 film dal 1895 fino a oggi dalla mattina alla sera in cinque sale cinematografiche e proiezioni serali all’aperto nella cornice meravigliosa di Piazza Maggiore e nel cortile della Cineteca in Piazzetta Pasolini.

Un viaggio che coinvolgerà registi che hanno fatto la storia (Costa-Gavras, Ettore Scola, Richard Lester), o che ora stanno mettendo in luce tutto il loro talento (Alice Rohrwacher, Jonathan Nossiter), premi Oscar (Giuseppe Tornatore, Michel Hazanavicius), grandi attrici del panorama contemporaneo (Bérénice Bejo), un guru del giornalismo mondiale come Bob Silvers, fondatore della “New York Review of Books”, protagonista del nuovo film di Martin Scorsese, A 50 Years Argument. Qui il programma completo: www.cinetecadibologna.it

manifesto_100_Charlot

 

 

 

 

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto