“Che fine ha fatto Osama Bin Laden?”. Al cinema dal 9 luglio

“Che fine ha fatto Osama Bin Laden?”. Al cinema dal 9 luglio

Il cinema non serve a dare risposte, ma che aiuti alla comprensione del mondo questo è certo. Magari prendendo vie…


Il cinema non serve a dare risposte, ma che aiuti alla comprensione del mondo questo è certo. Magari prendendo vie traverse e usando, perché no, la leggerezza. “Che fine ha fatto Osama Bin Laden ?”, bella domanda quella che pone Morgan Spurlock, il fimmaker passato alla storia del cinema per “Super size me” (film nel quale documenta sulla propria persona gli effetti di un mese intero passato a non fare alcune attività fisica ed a  nutrirsi esclusivamente al McDonald’s).

In uscita nelle sale italiane il 9 luglio (distribuito da Fandango) e già presentato al Festival internazionale del Film di Roma, il docu-film del provocatorio regista indipendente è un viaggio nelle terre dell’uomo più pericoloso del mondo.

LA SINOSSI – “Con un bambino in arrivo la necessità di rendere il mondo un posto più sicuro si fa impellente, così un modesto cittadino del West Virginia, decide di intraprendere quello che nessuna squadra operativa speciale è riuscita a fare. Mette all’opera la sua assoluta mancanza di esperienza, preparazione e competenza per dare la caccia all’uomo più pericoloso e ricercato del pianeta. L’epica ricerca ha inizio a New York e fa il giro del mondo. Morgan Spurlock attraversa Egitto, Marocco, Israele, Palestina, Arabia Saudita, Afghanistan e si avvicina più che mai al cuore di tenebra, le regioni tribali del Pakistan, in cerca del barbuto. Lungo il percorso interroga esperti ed imam, dà una mano all’esercito israeliano a disinnescare bombe, scopre la teoria del complotto che collega Al Qaeda al film Babe-Maialino Coraggioso e partecipa ai raid dei militari americani in Afghanistan. Nel frattempo sviluppa una comprensione più profonda delle radici dei conflitti che oggi turbano il mondo e si avvicina a Bin Laden stesso”.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto