Cannes, il giorno di Sorrentino

Cannes, il giorno di Sorrentino

Si parla di un premio di peso per Sorrentino, oggi in concorso a Cannes


La Grande Bellezza è stato accolto alla proiezione stampa con applausi ma con pareri fortemente contrastanti, e netti. Il film di Paolo Sorrentino è piaciuto decisamente o non è piaciuto affatto, c’è chi – tra i critici – non l’ha capito. In ogni caso debutta oggi a Cannes, unico italiano in corsa per la Palma d’oro. Il racconto ai limiti del surreale di questa Roma mondana, rifatta e cafona regala a Sorrentino un tormentone più che un nume tutelare, quello di Federico Fellini e di Una Dolce Vita che dopo 50 anni ha cambiato pelle, ma solo in parte. Il regista napoletano, che ha già modestamente rifiutato l’accostamento, dovrà molto faticare per reiterare il concetto che no, lui “non osa neppure”, e che il suo è giusto un doveroso inchino.

D’altronde la Roma notturna e festaiola del XXI secolo è certo più “Cafonal” che felliniana, una Roma al silicone, zeppa di parvenu, politici, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti. l’ardua sentenza al pubblico: il film sarà nelle sale italiane da stasera.  La Grande Bellezza candidato a grossi premi? Può darsi, unanimi i pareri positivi sull’interpretazione di Toni Servillo, ma anche sulla regia, per quei quadri “esteticamente perfetti” che Sorrentino sa rimandare in un continuo rimestio di alto e basso, sublime e infernale.

 

Oggi in concorso anche Behind The Candelabra di Steven Soderbergh con Michael Douglas e Matt Demon, protagonisti della storia del pianista gay Liberace . (a.d)

FOTOGALLERY – Blood Ties, di Guillaume Canet (fuori concorso). La première.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto