Cannes. I cento anni del Carlton, l’hotel tra storia e festival | FOTO

Cannes. I cento anni del Carlton, l’hotel tra storia e festival | FOTO

In cento anni l’InterContinental Carlton Cannes Hotel ha ospitato gli uomini che hanno fatto la Storia e quelli che hanno costruito l’immaginario popolare: politici, sovrani, artisti, campioni e tante, tante stelle del cinema


Superbo ed elegante nel suo stile Decò, l’hotel che domina la Croisette è un monumento agli ultimi cento anni, ha visto con le sue 343 camere una riunione della Società delle Nazioni nel 1922 ma ha conosciuto, nel 2011, anche i leader del G20. Eppure è durante il Festival di Cannes che l’hotel è al massimo delle sue potenzialità. Se si vuole incontrare qualcuno che conta nel mondo del cinema, è lì che bisogna andare (diceva John Huston). E sfogliando l’album dei grandi, tra Michael Jackson e Obama, tra sovrani e regine di bellezza una figura spicca su tutte: quella di Grace Kelly.  Il Carlton sarà per sempre legato alla Principessa Grace di Monaco. Qui Alfred Hitchcock girò nel 1954 Caccia al ladro, film che la vedeva protagonista; e qui lei incontrò, l’anno dopo, il suo futuro marito, il principe Ranieri.

Il 21 maggio, come parte delle celebrazione del centenario, l’hotel ospiterà un gala di beneficenza per The Heart Fund, con molte delle star presenti sulla Croisette.

IL PRIMO FESTIVAL

Anche se è nato nel 1939 per la volontà del governo francese di organizzare un grande raduno di cinema mondiale in un luogo ameno, il Festival di Cannes è decollato nel 1946.
Le Palais des Festivals non era ancora finito ed i teloni, usati come tetto, erano stati spazzati via dal maltempo alla vigilia della proclamazione dei vincitori.  E così è nel vecchio Casinò che apre il 20 settembre 1946 il Festival Internazionale del Cinema, il primo grande evento culturale internazionale del dopoguerra. Prima edizione che vide la nascita del neorealismo col trionfo di “Roma città aperta” di Roberto Rossellini che ottiene il Grand Prix, ma nello spirito ecumenico post-bellico assieme ad altri.
L’Intercontinental Carlton è uno dei principali attori di quel festival, ospitando – tra l’altro – gli incontri della giuria. Curiosità, quel primo festival fu caratterizzato da disguidi tecnici del tutto particolari: Notorius di Alfred Hitchcock, fu consegnato all’operatore con le bobine invertite e così si vide prima il finale e poi l’inizio, mentre il film di George Sidney, “I tre moschettieri” fu proiettato a testa in giù … (a.d)

IL CARLTON E IL FESTIVAL

IL CARLTON E LA STORIA

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto