Burlesque, ed è già tendenza

Burlesque, ed è già tendenza

Due film e uno show televisivo in arrivo: da genere considerato di nicchia, il burlesque diventa fenomeno. Questo tipo di…


Due film e uno show televisivo in arrivo: da genere considerato di nicchia, il burlesque diventa fenomeno. Questo tipo di varietà ha origine nell’Inghilterra del ’700 come intrattenimento teatrale grottesco; lo spogliarello già esisteva, ma il burlesque lo travestì da teatro, sdoganandolo verso un pubblico più ampio.

Tornato in auge negli anni Novanta, oggi ha la sua performer più nota in Dita Von Teese, protagonista di uno strip elegante e mozzafiato durante il Festival di Sanremo 2010. Oggi il burlesque viene riproposto in chiave moderna, soprattutto al cinema: l’11 febbraio esce nelle sale italiane Burlesque, per la regia di Steven Antin, con Christina Aguilera, Cher e Stanley Tucci. «Il potere che una donna esercita mentre danza in uno spettacolo burlesque è una vera liberazioneha spiegato la Aguilera –, rappresenta la possibilità di esprimere tutta la propria femminilità e la propria sensualità senza farsi condizionare dai pregiudizi. È una vera forma d’arte». La Aguilera, al debutto nella recitazione, è Ali Rose, una giovane cameriera di provincia che fugge a Los Angeles inseguendo il sogno di diventare cantante; per errore finisce nel locale di spogliarello di Tess, cantante e creatrice dei numeri di danza che ogni sera infiammano il palcoscenico del Burlesque Lounge. Nei panni di Tess troviamo il premio Oscar Cher, che torna sullo schermo dopo sette anni di assenza. Il licenziamento di Nikki, la prima ballerina sempre ubriaca, e l’inaspettata gravidanza di un’altra dancer permetteranno ad Ali di rivelare la sua sorprendente voce e a Tess di trovare una via d’uscita dai molti debiti.

A fare la parte del leone in questa favola musicale in cui trionfano immancabilmente i buoni sentimenti, più che le immagini, sono le musiche, scritte da Linda Perry, Diane Warren, Sia Furler, Samuel Dixon, Tricky Fuller, Claude Kelly e Christina Aguilera (il film si è aggiudicato il Golden Globe per la migliore canzone originale). Christina Aguilera canta e balla veramente senza risparmiarsi. Nonostante le critiche – la pellicola promette d’essere sexy, ma non contiene nudità né reali allusioni allo striptease – è pur vero che il palcoscenico del Burlesque Lounge mette in scena esibizioni di apprezzabile intensità.

E il fenomeno del burlesque non sembra destinato a scemare: il 25 marzo su Sky Uno sbarcherà Lady Burlesque, un talent dedicato alle aspiranti burlesquer, e sempre in primavera dovrebbe uscire Tournée di Mathieu Amalric, film premiato per la miglior regia all’ultimo Festival di Cannes.  (Nicole Montanari)





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto