Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa

Bud Spencer e Terence Hill sono la coppia cinematografica italiana più famosa nel mondo, amati in Sud America e Germania, hanno avuto una vita decisamente avventurosa


La coppia Bud Spencer – Terence Hill è una dei simboli del cinema italiano nel mondo, il successo dei loro spaghetti western è ancora vivo in paesi come la Germania dove la biografria di Bud Spencer è stata tra i bestseller per settimane e dove un paese del Baden Wurttenberg ha dedicato una piscina al Bambino di Lo chiamavano trinità. Entrambi gli attori, poi, hanno avuto una vita a dir poco avventurosa.

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa
Bud Spencer e Terence Hill con Enzo Barboni, regista di “Lo chiamavano Trinità”

Bud Spencer

Carlo Pedersoli è nato a Napoli in una famiglia benestante da un uomo d’affari bresciano ma si trasferisce poco dopo a Roma. Qui si diploma con il massimo dei voti e viene ammesso nella facoltà di chimica alla Sapienza non ancora diciassettenne. La sua famiglia però si trasferisce in Sud America e lui finisce a lavorare in fabbrica a Rio de Janeiro, in una biblioteca a Buenos Aires e infine come segretario d’ambasciata a Montevideo.

In Italia torna per nuotare, in quegli anni diventa campione italiano a rana e nei 100 stile libero in cui otterrà, per la prima volta in Italia, un tempo sotto il minuto. Bud però era un uomo dai molti talenti e decide di iscriversi ancora all’università, questa volta a giurisprudenza. Di quegli anni è la sua prima apparizione cinematografica come guarda imperiale in “Quo vadis”.

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa
Carlo Pedersoli quando era primatista italiano dei 100 sl

Partecipa alle Olimpiadi di Helsinki dove farà anche parte del team di pallanuoto e viene invitato a Yale con altri giovani atleti italiani. Partecipa anche alle Olimpiadi di Melbourne ma dopo un undicesimo posto decide di cambiare vita, niente più nuoto e addirittura lascia l’università nonostante gli mancasse poco alla laurea. Bud torna in Sud America, terra a cui era rimasto legato e inizia a lavorare per la compagnia che stava costruendo la Panamericana, la strada che collega Panama a Buenos Aires. In Venezuela decide di lasciare il lavoro sulla strada e si fa assumere in una casa automobilistica a Caracas.

Negli anni ’60 torna a Roma e sposa la figlia di un grande produttore cinematografico ma al posto di lanciarsi nel mondo del cinema inizia a scrivere canzoni e colonne sonore e ottiene un contratto con la RCA. Alla morte del suocero subentra nella compagnia dello stesso e inizia a produrre documentari per la Rai. Proprio a quel punto il suo amico Giuseppe Colizzi gli chiede il favore di fare il ruolo di un grosso e burbero cowboy in uno spaghetti western in coppia con uno sconosciuto Mario Girotti, il film si chiama “Dio perdona… io no!” e da qui inizia il grande successo nel mondo del cinema.

Terence Hill

Mario Girotti, il suo inseparabile compagno, nasce a Venezia da madre tedesca. Trascorre l’infanzia nel paese della madre, in Sassonia.

Mario esordisce giovanissimo nel mondo dello spettacolo, viene notato durante una gara di nuoto da Dino Risi che lo scrittura per una parte in “Vacanze col gangster”.

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa
Terence Hill sulla sua moto

Si iscrive a Lettere classiche a Roma ma dopo poco decide di dedicarsi completamente al cinema, scelta che si rivelerà giusta dato che pochi anni dopo viene scritturato da Luchino Visconti per “Il Gattopardo”. Poco dopo viene chiamato da Giuseppe Colizzi per “Dio perdona…io no!”. Per quel film, come si usava allora, cambia nome scegliendo da una lista data dalla produzione e sceglie Terence Hill. Per quel film anche la sua co-star Carlo Pedersoli cambia nome scegliendo Bud, dato che amava la Budweiser, e Spencer in ossequio al suo idolo cinematografico Spencer Tracy.

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa
Terence Hill sul set di Trinità con il figlio Jess

Terence, a differenza di Bud, riesce a fare un paio di film a Hollywood. Nel ’76 recita con Gene Hackman in “March or Die” e poi in “Mister miliardo”

Bud Spencer e Terence Hill, una vita avventurosa





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto