Boyhood – Recensione

Boyhood – Recensione

Di Adriano Ercolani


boyhood
Boyhood – Recensione

RECENSIONE – Raccontare la storia di un qualunque bambino nel percorso che lo porterà a diventare un uomo. Girare per dodici consecutivi con gli stessi attori, un mese ogni anno, testimoniando insieme a loro i piccoli cambiamenti fisici e psicologici di una famiglia che va avanti.

Raccontato così, Boyhood potrebbe essere scambiato per un lungometraggio che dietro la sperimentazione nasconde pretese autoriali “alte”. Ma a realizzarlo è stato Richard Linklater, uno che con il concetto del tempo che passa ha sempre abbinato vicende e storie di grande umanità. Un esempio su tutti? L’amore tra Jesse e Celine iniziato con Prima dell’alba nel 1994 e rappresentato ogni dieci anni attraverso la trilogia composta anche da Prima del tramonto e Before Midnight.

Ebbene, se quei film di Linklater vi hanno emozionato, Boyhood vi ruberà l’anima. La naturalezza e la verità con cui viene raccontata la piccola grande vita di Mason sono momenti di cinema incredibile, poetico, umanissimo. Non c’é niente di affettato o pretenzioso in questo lavoro, anzi è esattamente l’opposto. Osservare Ellar Coltrane che anno dopo anno cambia fisicamente e regala la sua esperienza di vita al personaggio che interpreta è un atto di cinema appassionato ed emozionante, così come lo sono i due straordinari attori che interpretano i suoi genitori, Ethan Hawke e Patricia Arquette.

Non ci sono scene eclatanti o momenti strappalacrime in Boyhood, e proprio per questo la sua capacità di arrivare dritto al cuore dello spettatore è ancora più dirompente.

Raramente un lungometraggio è riuscito a mostrare con tanta sincerità che la vita è fatta di piccoli momenti, che appartengono a tutti noi, che ci uniscono e allo stesso tempo ci rendono unici. Come Mason. “E allora qual è il senso di tutto?” chiede il ragazzo al padre a un certo punto. Una domanda che sul grande schermo avremo sentito centinaia di volte. Ma che non è mai suonata così autentica quanto in Boyhood.

In poche parole, una delle migliori opere dell’anno.

TRAILER

https://www.youtube.com/watch?v=3Aycm6W0bAM https://www.youtube.com/watch?v=





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto