American Sniper, esordio col botto in USA

American Sniper, esordio col botto in USA

Il nuovo film di Clint Eastwood, ha letteralmente sbancato il box office americano con un esordio da record


Che American Sniper sarebbe piaciuto molto agli americani non c’era dubbio, ma che avrebbe fatto questi numeri, è stata sinceramente una sorpresa. 90.2 milioni di incasso nel weekend, e record personale per il regista Clint Eastwood (il precedente era Gran Torino con miseri 29.5). Da quando è uscito nei cinema americani, il 15 gennaio, ha già superato i 105 milioni di incasso e considerando che oggi in America è il 19 gennaio, il Martin Luther King Day, una festività che porta molti al cinema, i suoi numeri lieviteranno non poco.

Toccati gli 84 anni Eastwood dimostra di essere ancora un grande regista. O meglio, un regista in grado di dare al pubblico americano un prodotto ad hoc. I Navy Seals, la guerra in Iraq, un cecchino infallibile. Un film che gronda sangue a stelle e strisce dall’inizio alla fine, molto neo conservatore, molto repubblicano. L’esaltazione di un assassino in fin dei conti. E poi c’è Bradley Cooper, anche produttore. Ecco spiegato il successo del film

Ma in Italia? Anche da noi sta sbancando il botteghino. 13.7 milioni incassati in ormai 3 weekend. Un successo suggellato anche dagli Oscar dove è candidato per 6 premi, quasi tutti quelli importanti, come attore, film, montaggio e sceneggiatura.

American Sniper ha anche battuto altri due record: quello di esordio del mese di gennaio ovvero i 41 milioni di Ride Along, quindi non di poco, e quello del migliore esordio nel Martin Luther King Weekend (sempre Ride Along, 48 milioni). Leggi lo speciale qui

SCOPRI QUI TUTTE LE NOMINATION E LE INFO SUGLI OSCAR 2015





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto