Alessandro Borghi è una Shooting Star tutta italiana al Festival di Berlino

Alessandro Borghi è una Shooting Star tutta italiana al Festival di Berlino

Alessandro Borghi sarà il rappresentante del’Italia alla ventesima edizione di Shooting Stars, la piattaforma per giovani attori europei organizzata ogni…


Alessandro Borghi sarà il rappresentante del’Italia alla ventesima edizione di Shooting Stars, la piattaforma per giovani attori europei organizzata ogni anno come evento speciale durante il Festival di Berlino che è un vero e proprio trampolino di lancio internazionale: tanto per intendersi, di lì sono passati personaggi come Daniel Craig, Ludivine Sagnier, Rachel Weisz, Malanie Laurent.

Il giovane attore romano  è entrato nella rosa finale dei 10 attori europei emergenti che parteciperanno durante la Berlinale a incontri con casting agents e stampa da tutto il mondo, selezionato tra i candidati dei 38 paesi membri di European Film Promotion dalla Giuria di Shooting Stars 2017.

Alessandro Borghi, classe 1986, interprete di film come Non essere cattivo, Suburra e Il più grande sogno (che proprio in questi giorni è nei cinema italiani in modo troppo sotterraneo) ha stupito la Giuria di Shooting Stars per il suo “carisma sbalorditivo” (come da motivazione ufficiale), e sarà presto nei cinema con due film che ha da poco terminato di girare: Fortunata di Sergio Castellitto e il suo primo ruolo in un cast internazionale in Dalida della regista francese Lisa Azuelos.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto