50 sfumature di grigio: Mila Kunis dice no al ruolo di Anastasia Steele

50 sfumature di grigio: Mila Kunis dice no al ruolo di Anastasia Steele

Ancora una volta Mila Kunis e ancora una volta la sua presunta partecipazione al film tratto dal romanzo di E. L. James.


La tormentata vicenda 50 sfumature di grigioMila Kunis sembra non arrivare mai alla fine. Stavolta, per l’ultima volta forse, è stata proprio l’attrice de Il cigno nero e di Ted a prendere la parola l’attrice stessa:

“No, non mi vedrete in 50 sfumature di grigio. Mi dispiace. Questa cosa di 50 Sfumature di Grigio mi sta perseguitando! Non sarò nel film, ragazzi. Per niente!”

Queste parole porranno fine a tutta la lunghissima discussione dei mesi scorsi? Chissà, fatto sta che la vicenda di Mila Kunis nel ruolo di Anastasia Steele ha fatto discutere tutto il mondo.

Puntata numero 1:

Le dichiarazioni dell’attrice sono state:

“Ci sono momenti in cui vuoi fare qualcosa di divertente e diverso, perché sai che facendolo starai bene”.

Immediatamente tutti hanno associato al film tratto dal bestseller di E. L. James e altrettanto velocemente la notizia è trapelata in rete. I suoi agenti si sono affrettati a smentire.

Puntata numero 2:

Gli agenti hanno smentito, è vero, eppure a quanto pare Mila Kunis avrebbe dichiarato:

“Non sono disinteressata”.

Puntata numero 3:

Quella che vi abbiamo riassunto all’inizio: Mila Kunis i panni di Anastasia Steele proprio non ha intenzione di vestirli.

Puntata numero 4:

Siamo sicuri che la vicenda non finirà qui e siamo pronti a scommetterci.

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto