50 sfumature di grigio: intervista al produttore Dana Brunetti

50 sfumature di grigio: intervista al produttore Dana Brunetti

Queste le ultime novità riguardanti il film più atteso del 2014


50 sfumature di grigio, il film tratto dal primo libro della trilogia erotica uscita dalla penna della scrittrice E. L. James, arriverà nelle sale americane il 1° agosto 2014, mentre l’uscita italiana è al momento prevista per il 18 settembre del prossimo anno.

La pellicola fa molto parlare i fan delle sfumature, soprattutto per la difficile scelta del cast, che non è ancora stato confermato dalla produzione.
Proprio questo ovviamente il tema principale dell’intervista concessa da Dana Brunetti, coproduttore del film assieme a Michael De Luca, all’emittente radiofonica Northwest Prime.

Dana racconta di aver letto tutti e tre i libri della James, e ci esserne rimasto piacevolmente colpito, al punto da proporre l’idea della trasposizione cinematografica.
“I personaggi sono complessi, e formare il cast non è affatto semplice, ma continuiamo con il processo del casting e posso dirvi che Christian Grey non sarà impersonato da Ben Affleck – queste le parole del produttore riguardo le selezioni che si stanno svolgendo alla ricerca degli attori adatti ad interpretare i ruoli del bel miliardario e della giovane Anastasia Steele.

Ciò che sembra più importante, nella scelta dei due protagonisti principali, è la chimica tra i due attori: “Se non c’è una buona chimica potrebbe crollare il film; ciò vale per tutti i film, ma in particolar modo per 50 sfumature di grigio”.

Di certo non sarà facile accontentare i fan della trilogia erotica più famosa al mondo. Sono tantissimi gli attori che gli amanti delle sfumature hanno proposto nel corso degli ultimi mesi, ma solo uno sarà il fortunato; senza contare il fatto che ovviamente potrà essere scelto un volto non noto al grande pubblico.
“Sono in milioni ad aver letto il libro e tutti si sono fatti la loro idea sui personaggi, quindi chiunque prenderemo, ci saranno sicuramente milioni di persone scontente. Anche se scegliessimo uno dei favoriti, qualcuno non sarà soddisfatto”.

Un altro argomento che sta molto a cuore ai fan delle sfumature è il seguito della prima pellicola. Su questo Dana non se la sente di sbottonarsi troppo: tutto sta al successo che riscuoterà il primo film. Solo in seguito a questo ci sarà speranza per il secondo e il terzo capitolo della saga. (r.d.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto