1941 – Allarme a Hollywood: il film di Spielberg stasera su Rai Movie

1941 – Allarme a Hollywood: il film di Spielberg stasera su Rai Movie

Va in onda stasera alle 21:10 su Rai Movie 1941 – Allarme a Hollywood (1979), il film diretto da Steven Spielberg, unica opera…


Va in onda stasera alle 21:10 su Rai Movie 1941 – Allarme a Hollywood (1979), il film diretto da Steven Spielberg, unica opera comica della sua carriera. Il film segue le reazioni scomposte dei Californiani e dell’esercito all’indomani dell’attacco giapponese a Pearl Harbour nel 1941.

Privo di una vera trama, 1941 si articola su scene surreali e caotiche, in cui la nevrosi ha la meglio sul raziocinio. Si distingue il personaggio del pilota Bill Kelso, interpretato da John Belushi. E’ il portabandiera di un cast enorme che include Dan Aykroyd al suo debutto americano e Christopher Lee nel ruolo di un capitano tedesco. Ci sono anche John Candy, Slim Pickens e addirittura Toshiro Mifune, che in originale usa la sua vera voce.

Scritto da Robert Zemeckis e Bob Gale, la stessa coppia di Ritorno al futuro, è stato considerato uno dei pochissimi flop della carriera di Spielberg. Secondo Gale, è una leggenda metropolitana: semplicemente il film andò peggio dei trionfi di Lo squalo e Incontri ravvicinati. Di sicuro è una produzione spettacolare che non bada a spese, specie quando si tratta di demolire scenografie enormi in scene di massa ben coreografate.

Anche se non dovesse piacervi il film, non riuscirete mai a dimenticare il tema musicale di John Williams, una marcia trionfale che anticipa le sonorità dei Predatori dell’arca perduta. E’ più famosa dello stesso 1941: se vi sembrasse di averla ascoltata in altre circostanze più e più volte, non sareste in errore.
Una curiosità: per il ruolo del maggior Stillwell andato a Robert Stack, Spielberg avrebbe voluto John Wayne o Charlton Heston. Entrambi rifiutarono disgustati dal tono dileggiante del copione. In particolare, Wayne addirittura telefonò a Spielberg per convincerlo a lasciar perdere il progetto, per rispetto dei veterani della II Guerra Mondiale.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto