Festival nazionale del risotto italiano: 50000 piatti in 4 giorni

Festival nazionale del risotto italiano: 50000 piatti in 4 giorni

Edoardo Raspelli è stato testimonial del1° Festival Nazionale del Risotto Italiano: Terra, Territorio, Tradizione sono state le parole d’ordine della manifestazione.


Si è svolto a Biella Fiere in rappresentanza del “quadrante europeo del riso” costituito dalle province di Biella, Novara, Vercelli e Verbania, il 1° Festival Nazionale del Risotto Italiano. Il bilancio? Oltre due tonnellate e mezzo di riso per circa cinquantamila porzioni distribuite in quattro giorni, insomma, un successone!

Il Festival ha evidenziato, per eccesso di successo, più che una prima edizione, una sorta di prototipo, di anteprima, di apripista: proprio per questa ragione verrà replicato a fine ottobre con un allargamento della compagine dei cuochi, un ampliamento del numero delle ricette ed un maggiore coinvolgimento dei produttori delle eccellenze gastronomiche territoriali.

Edoardo Raspelli, il conduttore di Melaverde (il programma più visto della domenica di Rete 4) ha officiato al momento della inaugurazione assieme a Francesca Cavallotti (maestra di burlesque e testimonial del Festival del Cioccolato di Castellana Sicula) dando la parola nell’ordine al vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte Roberto Boniperti, al Presidente della Provincia di Biella in rappresentanza di tutte le province l’on. Roberto Simonetti, al presidente dell’Ente Nazionale Risi Paolo Carrà, al presidente ATL di Vercelli a nome di tutte le ATL Paolo Melotti, al Presidente Vicario della Camera di Commercio di Biella a nome di tutte le CCIAA Andrea Fontolan, al Sindaco di Gaglianico Andrea Quaregna.

E durante questo clima di festa a base di ricette tipicamente italiane è intervenuto anche Motoko Iwasaki (interprete e traduttrice che vive nel Biellese) ha parlato in anteprima mondiale di un’iniziativa di ricerca condotta da “The Academy of Sake” (presidente Atsuko Shirane, direttore Takahisa Uesugi) che ha individuato nel riso della Baraggia biellese, nell’acqua, nel microclima e nelle muffe aspergillus, le condizioni ideali per la produzione di sake per il mercato europeo.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto