Ferran Adrià spegne i fornelli di El Bulli per due anni

Ferran Adrià spegne i fornelli di El Bulli per due anni

La notizia è di quelle che possono venire accolte con opposte reazioni: con un brindisi o precipitando in una cupa…


La notizia è di quelle che possono venire accolte con opposte reazioni: con un brindisi o precipitando in una cupa disperazione. Del resto Ferran Adrià oltre ad essere probabilmente il cuoco più bravo del mondo è anche il più discusso. E la notizia è questa: nel 2012 a nel 2013 a El Bulli, il “mitico” ristorante di Rosas, meta agognata da tutti i pionieri delle ultime frontoere della cucina creativa,  non si mangerà più.

Non me ne vado e lo spirito di El Bulli non chiuderà, ma i pasti non saranno serviti”, così il cuoco ha dichiarato ieri nel corso di un’affollata conferenza stampa convocata nell’ambito della rassegna Madrid Fusion per “fare chiarezza sulla tabella di marcia del futuro di El Bulli e, come riporta El Pais – risolvere  le speculazioni in merito alla chiusura del ristorante”.

Sintetizzando: nel 2010 e nel 2011 El Bulli funzionerà regolarmente, ovvero su prenotazione dal 15 giugno al 20 dicembre; nei due anni successivi resterà chiuso e nel 2014 riparirà, ma conferma Adrià: “Quello che è chiaro è che il ritorno non sarà più lo stesso.
Cretività resta la parola d’ordine, ma associata alla parola libertà, ed alla voglia di “normalizzare” la propria vita, “dopo 25 anni trascorsi a lavorare per 14 ore al giorno”. Ma Adrià non andrà inpensione, assicura, userà questi due anni per viaggiare e preparare corsi presso l’Università di Harvard e la Fondazione Alicia.
E poi si vedrà…





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto