Ecco i cento migliori vini del 2011 secondo Wine spectator

Ecco i cento migliori vini del 2011 secondo Wine spectator

Due italiani, tre francesi, uno portoghese e quattro californiani. Sono i dieci migliori vini del 2011. Così dice Wine Spectator,…


Due italiani, tre francesi, uno portoghese e quattro californiani. Sono i dieci migliori vini del 2011. Così dice Wine Spectator, autorevole quanto assolutamente americana rivista di enologia e dintorni che annualmente divulga nel mondo il suo verbo enologico selezionando le cento migliori etichette.

Nel 2011 la lista dei finalisti è stata scelta tra più di 16.000 degustazioni cieche (così assicurano). Oltre 5.400 di questi vini hanno guadagnato voti intorno ai 90 punti (su una scala di cento).  La lista è stata ulteriormente ristretta sulla base di quattro criteri: qualità (rappresentata dal punteggio); valore (il prezzo mediamente il valore di una bottiglia da 90 punti è 44 dollari); disponibilità e quello che chiamano “X-factor”, sintetizzabile come l’emozione, o l’entusiasmo che quel determinato vino genera… e siccome non ci sono equazioni esatte che possano misurare tale fattore, non resta che dire “de gustibus”…

Per gli italiani poteva andare meglio, il primo vino a rappresentare il Belpaese è il Brunello di Montalcino  Campogiovanni (Agricola San Felice), annata 2006. Ha ottenuto 96 punti (più del vincitore). Altro italiano nella top ten il Barolo Ciabot Mentin Ginestra 2006 di Domenico Clerico (Monforte D’Alba), anche per lui 96 punti.

Il vincitore assoluto è invece il Pinot nero Kosta del 2009 Sonoma Coast, prodotto a  Sonoma County, California. Per lui 95 punti.

Secondo gradino del podio al Cabernet Sauvignon Napa Valley Kathryn Hall 2008, altro vino californiano, e terzo al Vouvray Moelleux Clos du Bourg Première Trie 2009, prodotto nella valle della Loira, Francia.

Seguono: Dehlinger, Pinot Noir Russian River Valley 2008 prodotto a Sonoma County, California; l’Ursa Columbia Valley 2008 prodotto a Washington.

E ancora il Quinta do Vallado, Touriga Nacional Douro 2008 della valle del Douro, Portogallo; il Crozes-Hermitage La Guiraude 2009 dell’alta valle del Rodano, Francia mentre arriva dal sud del Rodano il decimo calssificato, lo Château de St.-Cosme Gigondas Valbelle 2009.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto