Ultime notizie sui terroristi degli attentati di Parigi

Ultime notizie sui terroristi degli attentati di Parigi

Ecco tutte le ultime notizie sugli attentatori delle stragi di Parigi.


In Francia, così come in Europa, è caccia agli attentatori dei tragici fatti di cronaca dello scorso venerdì 13 novembre. Infatti, dopo gli attentati di Parigi, si sta cercando di rintracciare gli eventuali aggressori ancora in vita e gli aspiranti aggressori. Dunque, ecco tutte le ultime notizie sui terroristi degli attacchi a Parigi.

Secondo quanto riferito dalle autorità francesi, il “cervello” degli attentati di Parigi, sarebbe stato ucciso durante il blitz a Saint Denis. Si tratterebbe di Abdelhamid Abaaoud, la “mente” delle stragi di Parigi, che è stato formalmente identificato tra i terroristi uccisi nel raid. A confermarlo è stata la Procura di Parigi, dopo che la notizia era stata confermata anche da fonti dell’Intelligence americana. Il cadavere è stato riconosciuto grazie alla comparazione delle tracce di campioni di DNA. Il ragazzo pare essere coinvolto in quattro dei sei attentati sventati dalla primavera scorsa in Francia. La sua possibile presenza nell’appartamento di Saint Denis è stata una delle ragioni dell’assalto effettuato dalla polizia il 18 novembre. Fino a qualche giorno prima si credeva che Abaaoud fosse in Siria.

Tra i ricercati vi è ancora Salah Abdeslam, mentre suo fratello Brahim è stato ucciso durante l’attacco. I due sono di origine francese, di Bruxelles. Gli altri attentatori morti di cui si sanno le generalità sono: Ismail Omar Mostefai, di 29 anni francese di origine algerina; Samy Amimour, classe ’87; Brahim Abdeslam, di 31 anni francese, residente in Belgio; Bilal Hadfi, classe ’95. Degli atri attentatori attualmente le generalità sono ignote.

Nel frattempo le forze dell’ordine francesi stanno continuando ad effettuare controlli a tappeto. Durante le ricerche sono state ritrovate armi di tipo militare e vengono effettuati costantemente controlli più severi su sospetti militanti islamici.

Denise Di Matteo





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto