Tom Hanks si scaglia contro i medici ‘ciarlatani’: ‘Lucrano sul cancro’

Tom Hanks si scaglia contro i medici ‘ciarlatani’: ‘Lucrano sul cancro’

Tom Hanks dà dei “ciarlatani” a medici e presunti curatori che alimentano false speranze di guarigione nei pazienti malati di…


***image_caption***
Tom Hanks dà dei “ciarlatani” a medici e presunti curatori che alimentano false speranze di guarigione nei pazienti malati di cancro.
L’attore è particolarmente suscettibile sull’argomento, poiché a dicembre alla moglie Rita Wilson venne diagnosticato un tumore al seno, da cui è fortunatamente riuscita a guarire.
Parlando a News.com.au, Hanks ha spiegato così il suo punto di vista: “È divertente: ogni volta che qualcuno parla di cancro, c’è sempre qualcuno che approfitta della situazione. Ci sono alcuni sciacalli che, quando sentono che qualcuno ha una certa malattia, il cancro nello specifico, tentano di spillarti dei soldi, facendosi promotori di procedure per le quali potrebbero avere una laurea in scienze e poi ci sono altri che sono invece degli assoluti ciarlatani, che provano solamente a lucrare sulle disgrazie altrui”.
“Basta andare su Google e scrivere la parola ‘cancro’. Verranno fuori risultati del tipo: ‘Devi mangiare noccioli di pesca per guarire’ oppure ‘Vai in questa clinica che si trova in Bolivia e lì verrai curato’. La lista è lunga”.
“Tutta questa m****a mi lascia a bocca aperta. Non fanno altro che complicare delle situazioni già difficili di per sé. Noi siamo stati fortunati perché abbiamo la possibilità di poterci permettere una buona assistenza medica, ma ci sono persone che purtroppo si appoggiano sulle teorie di chi vende false speranze”.
Tom definisce un “inferno” l’aver assistito alla malattia di Rita, sottoposta ad una doppia mastectomia bilaterale e alla ricostruzione del seno.
L’attore 59enne ha così ricordato: “L’unica cosa che puoi fare quando capita qualcosa del genere è mollare tutto il resto e stare vicino alla persona a te cara. Si tratta di un problema di salute che è un inferno che conosciamo bene.”
“Dopo nove mesi di trattamenti medici, lei finalmente ha finito… tutto quello che posso dire è che Dio benedica mia moglie e il suo coraggio”.





COMMENTI
Vedi tutto