Sigarette elettroniche, saranno vendute in farmacia

Sigarette elettroniche, saranno vendute in farmacia

E’ iniziata la guerra tra negozianti e farmacisti


Il Ministero della Salute ha da poco diffuso le nuove disposizioni di vendita per le sigarette elettroniche. Da qualche tempo a questa parte le e-cigarettes sono diventate una sorta di oggetto di culto e i negozi dove acquistarle sono apparsi in molte città. Secondo il Ministero della Salute però, le sigarette elettroniche dovrebbero sparire dai punti vendita specializzati ed essere reperibili solo in farmacia perchè contengono una dose di tabacco che supera la soglia massima consentita al libero commercio.

Luca Collareta, presidente della Federazione dei titolari di farmacia italiani, si dice d’accordo con questa disposizione. “Solo noi possiamo vendere i prodotti a base di nicotina e parlo di cerotti, gomme da masticare, farmaci ecc. anche per questo la direttiva Ue mi trova concorde. Continuare senza una precisa regolamentazione sarebbe stato sbagliato“.

Dopo queste dichiarazioni i proprietari dei negozi gridano al furto. Intorno alle sigarette elettroniche è infatti nato un grande business che a causa di questa nuova norma andrebbe a disintegrarsi. Moltissimi punti vendita hanno già chiuso sia a causa della crisi sia per colpa della concorrenza con altri negozi della stessa tipologia e con le tabaccherie che vendono le sigarette “tradizionali” .

Il fenomeno delle sigarette elettroniche ha avuto un momento di forte ascesa ma già qualche tempo fa ha subito una battuta d’arresto. Dopo la Francia infatti anche in Italia è stata proposta la legge che ne vieterebbe l’uso nei luoghi pubblici come cinema, ristoranti o bar. Inoltre, dopo alcune analisi condotte da specialisti, vari componenti sono risultati tossici e pericolosi per la salute.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto