Riforma Pensioni – Ultime notizie oggi 5 novembre

Riforma Pensioni – Ultime notizie oggi 5 novembre

La minoranza ha presentato degli emendamenti alla legge di stabilità presentata dal governo Renzi.


È iniziato da qualche giorno il lavoro in Parlamento sulla riforma pensioni. Una riforma, quella presentata dal governo Renzi, che continua a far discutere molto soprattutto i sindacati e i vertici Inps. In questi giorni la manovra politico finanziaria è all’esame del Senato, dopodiché la Commissione Bilancio dovrà concludere l’analisi entro il 13 novembre in modo tale che la legge passi al vaglio di tutta l’aula.

Le varie fazioni politiche si stanno apprestando a presentare emendamenti al ddl presentato dal governo Renzi. Le modifiche in questione dovranno poi passare anch’esse al vaglio delle Camere. Ad oggi sono state presentate proposte di modifica dalla minoranza DEM del PD. Queste riguardano le manovre previste dal testo della legge di stabilità, ossia: Opzione Donna, settima salvaguardia flessibilità col part-time.

Più specificamente gli emendamenti presentati prevedono l’estensione della settima salvaguardia anche a colori i quali vengono tagliati fuori dalla legge di stabilità. Si tratta dei lavoratori stagionali, a tempo determinato, e quei lavoratori che hanno beneficiato dei congedi previsti dalla Legge 104 per assistere parenti malati o disabili, con estensione di un anno della tutela per lavoratori edili e i mobilitati. Estendere l’opzione donna anche alle lavoratrici nate nell’ultimo trimestre del 1957 (autonome) e del 1958 (dipendenti). Eliminare le penalizzazioni sulle pensioni anticipate e sulle pensioni del lavoratori precoci di chi si è ritirato prima del 2015, previste dalla Legge Fornero.

Sostanzialmente, la maggior parte degli emendamenti prevedono modifiche alla Legge Fornero che di fatto ha irrigidito tantissimo il sistema pensionistico italiano. (Denise Di Matteo)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto