Riforma Pensioni – Camusso “La legge di stabilità va cambiata”

Riforma Pensioni – Camusso “La legge di stabilità va cambiata”

Anche Susanna Camusso si è dichiarata insoddisfatta in merito alla legge di stabilità presentata dal governo Renzi.


La riforma pensioni continua a far discutere e ad essere criticata. Ad aggiungersi al coro dei dissidenti c’è anche Susanna Camusso, leader della Cgil. La Camusso è intervenuta ai margini di un dell’assemblea nazionale dell’Anci svoltasi a Torino ed ha manifestato la sua contrarietà alla manovra finanziaria presentata dal governo Renzi.

“C’è il problema di cambiare la legge di stabilità, mancano risposte sulle riforme”. Sono state queste le sue parole. La segretaria della Cgil ha poi dichiarato “il governo dovrebbe aprire una discussione, cosa che continua ad annunciare ma poi non c’è mai un luogo dove discutere”. Per il segretario della Cgil “il cantiere delle riforme rimane sempre aperto, ma invece di andare verso la semplificazione si sta andando verso la complicazione istituzionale”.

In merito alla manovra finanziaria e allo sblocco del patto di Stabilità ha affermato che “questa misura da sola non basta per rilanciare investimenti ed occupazione, su questi temi manca il salto di qualità per affrontare in modo concreto i problemi delle persone”. La Camusso ha anche parlato delle manovre relative la questione delle province contenute all’interno della legge di stabilità. “A differenza di quanto si afferma – ha spiegato – i tagli alle province nella legge di stabilità sono rimasti, e molte di loro andranno presto in default”.

Il leader della Cgil ha poi ricordato che il sindacato confederale ha “messo in campo una manifestazione unitaria” per reclamare il rinnovo dei contratti del pubblico impiego. L’iniziativa si svolgerà il 28 novembre a Roma. (Denise Di Matteo)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto