Renzi in Cile: “C’è un’Italia di cui essere orgogliosi. Considero Enel un valore del paese”

Renzi in Cile: “C’è un’Italia di cui essere orgogliosi. Considero Enel un valore del paese”

Il premier Matteo Renzi ha commentato la sua tappa in Cile del suo viaggio in America Latina che lo vedrà poi anche in Perù, Colombia e a Cuba.


“C’è un’Italia di cui essere orgogliosi, insomma. E non è l’Italietta delle polemiche di parte della politica o della comunicazione, vecchia e nuova. E l’Italia che è rispettata per il carico di civiltà che rappresenta e per la voglia di futuro che esprime”.  Così, Matteo Renzi commenta la sua prima tappa in Cile del viaggio in Sud America.

Mediante il suo profilo Facebook, il premier ha scritto un lungo post definendolo il suo diario di bordo. Sono parole ricche di orgoglio le sue in cui viene descritta un’Italia di cui essere fieri, un’Italia che porta progresso.

Infatti, proprio in Cile è stato inaugurato “il primo impianto geotermico di tutta l’America Latina assieme al parco eolico di Taltal, impianti fotovoltaici e un impianto ibrido”.

Parlando di eccellenze italiane il premier si è dichiarato soddisfatto dell’impianto Enel in Cile. “Enel – ha scritto – è una realtà importante e strategica in America Latina, leader delle rinnovabili in questa parte di mondo”.

Diario di bordo dall'America LatinaTappa numero uno nel Cile di Michelle Bachelet con cui abbiamo discusso a lungo dei…

Posted by Matteo Renzi on Domenica 25 ottobre 2015

Nel post il presidente del Consiglio ha affermato “Considero Enel un valore del paese. In particolare sul fronte dell’innovazione, delle rinnovabili, ma anche sul progetto del contatore elettronico e sulla sfida della banda larga, la rete infrastrutturale decisiva per il futuro del Paese.” Durante la sua tappa in Cile il premier ha avuto modo di visitare il palazzo presidenziale, la Moneda, e il Museo dei diritti umani. Renzi ha tenuto una lectio presso alcune università in Cile, si è recato anche nell’università cattolica “dove ho visitato l’Angelini center for innovation in compagnia tra l’altro dell’architetto Alejandro Aravena”.

Dopo aver lasciato il Cile, Renzi è atterrato in Perù per una serie di incontri istituzionali e di business. (D.D.M.)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto