Renzi e la corsa al colle, PD farà un solo nome

Renzi e la corsa al colle, PD farà un solo nome

Si riscalda la corsa al Quirinale e Renzi fa sapere che il PD supporterà un solo nome a partire dalla quarta votazione


Le forze in campo stanno muovendo le proprie pedine e posizionando le proprie truppe, Renzi ha fatto sapere oggi che per quanto riguarda l’elezione a Presidente della Repubblica il PD supporterà un nome solo e lo farà a partire dalla quarta votazione.

Lorenzo Guerini, vice segretario del PD ha fatto sapere che il nome arriverà prima di sabato.

Il PD ha contestualmente fatto sapere che voterà scheda bianca durante le prime tre votazioni. Chi non condivide il nome del candidato dovrà dirlo apertamente ha poi intimato Renzi. Il Presidente del Consiglio ha poi dichiarato in modo sibillino che è un’anomalia che non sia mai salita una donna sul colle più alto.

Il PD potrebbe ricompattarsi dato che anche Stefano Fassina dichiara conciliante che il PD debba superare la prova del Quirinale unito. Pippo Civati, dopo i segni di ribellione di questi giorni ha, poi, proposto il nome di Romano Prodi con una lettera alla segreteria del partito. Prodi potrebbe essere un nome accettabile da parte di Renzi, alla luce dell’incontro avuto dall’ex sindaco con il rappresentate dell’ONU per il Sahel.

Continua la fase di studio tra PD e M5s. Il partito di Grillo aspetta dei nomi da dare in pasto ai propri elettori ma Renzi non si sbilancia e, anzi, attacca “Vediamo se il M5s capirà che questa è l’occasione buona” poi ha continuato “Il M5s è arrivato alle massime cariche grazie a noi. Volutamente perché è giusto. Ma non ha senso che ora ci tocchi sentire che non vogliono varcare l’ingresso della sede del Partito Democratico”. A replicare a Renzi è proprio uno di quelli che sono arrivati alle alte cariche grazie al PD, Roberto Fico: “Non siamo noi che ci siamo tirati indietro ma Renzi che non dà i nomi per votare già dalla prima seduta” e alza il livello dello scontro accusando “Il Pd sta bluffando: quello che ci offre è una procedura che non appartiene ad uno stato democratico”.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto