Re Abdullah d’Arabia Saudita è morto, il nuovo re è il fratello Salman

Re Abdullah d’Arabia Saudita è morto, il nuovo re è il fratello Salman

Morto nella notte in Arabia Saudita il vecchio re Abdullah, subito sostituito dal fratello Salman chi è il nuovo re e cosa cambierà nella penisola arabica


Il vecchio re saudita Abdullah è morto oggi ma come si suol dire morto un re se ne fa un altro.

A succedere a Abdullah è stato Salman, fratellastro del vecchio re, chi è e cosa cambierà con questo cambio sul trono?

Chi è?

Salman, che ha 79 anni, era fino a poco fa un principe della corona e uno dei “Sette di Sudeiri” cioè uno dei sette figli della moglie preferita di Re Abdul-Aziz, il vecchio regnante saudita, Hussa bint Ahmad Sudeiri.

La famiglia saudita è molto numerosa e come in tutte le famiglie estese la pace rischia di saltare per i motivi più disparati molto spesso. Salman è sempre stato riconosciuto come uno dei pacieri all’interno della famiglia. Un memo del 2007 dell’ambasciata americana si riferisce a lui come alla persona che di frequente fa da arbitro per le dispute interne alla famiglia. Salman è stato sposato tre volte ma almeno una delle mogli è morta nel 2011. Salman ha avuto almeno un infarto che ha limitato i movimenti del suo braccio sinistro. Ci sono, inoltre, alcune voci che parlano di Salman come affetto da demenza senile.

Chi succederà a lui?

Non si è mai sicuri in Arabia Saudita di chi succederà a un re ma per quello che vale Salman ha nominato principe ereditario il suo fratellastro Muqrin, di “soli” 69 anni.

In Arabia Saudita la successione passa attraverso i figli di Re Abdul-Aziz bin Saud, quando i figli saranno finiti passerà ai nipoti e ce ne sono centinaia. C’è un consiglio creato apposta per questo motivo, 35 persone della famiglia che decideranno a chi dare il trono e scommettiamo che ci saranno diverse discussioni quando si tratterà di passare ai nipoti di Abdul-Aziz

Il curriculum di Salman

Salman è il principe ereditario e ministro della Difesa da tre anni, prima ha governato la provincia di Riyad. Da governatore era apprezzato e le sue doti diplomatiche sono riconosciute. Oltre a tutto ha già governato il regno dato che quando Abdullah andò in vacanza nel 2012 prese il suo posto sul trono.

Cambierà qualcosa in Arabia Saudita?

Difficilmente in Arabia Saudita ci saranno cambiamenti radicali, la monarchia wahabita è una delle più conservatrici in assoluto ma lui ha la fama di un riformatore. Re Abdullah ha già di per sé portato avanti delle moderate riforme atte a modernizzare la nazione e Salman non ha mai protestato pubblicamente. Salman ha però sempre ricordato che i cambi in Arabia Saudita devono essere introdotti con calma per motivi socio/culturali più che religiosi. Le diverse tribù nella penisola araba sono forti e in equilibrio instabile.

Cambierà qualcosa per il mondo?

No, non molto probabilmente. Lo stesso fatto che la successione è stata veloce e un segno che la famiglia reale ha voluto dare al mondo: in Arabia Saudita non è cambiato niente. Nessun analista prevedi cambi nella politica estera saudita a breve o medio periodo.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto