Raoul Bova divorzia da sua moglie ed è nei guai col fisco

Raoul Bova divorzia da sua moglie ed è nei guai col fisco

Il periodo nero dell’attore di Come un delfino sembra essere appena iniziato. Ecco tutte le ultime news.


E’ l’uomo del momento. Sembra che tutta l’attenzione mediatica abbia gli occhi puntati su Raoul Bova e sulla sua vita. Uno degli attori più schivi e belli del panorama italiano, sta avendo per la prima volta un accanimento nei suoi confronti che risulta essere inedito. Sembrerebbe che la sua crisi con Chiara Giordano, sua moglie e madre dei suoi due figli non accenni a passare e che l’opinione pubblica stia facendo scontare una pena troppo salata all’attore.

Tra Raoul Bova e Chiara Giordano sarebbe in atto una vera e propria crisi, una crisi che da un lato lascia tutti a bocca aperta e dall’altro instilla una curiosità incredibile. Raoul Bova e Chiara Giordano sono sposati dal 2000 e sono sempre apparsi felici e innamoratissimi in pubblico e durante le varie kermesse in cui hanno presenziato.

Adesso tra la coppia ci sarebbero cose che non vanno, incomprensioni e una crisi in atto confermata proprio dalla stessa Chiara Giordano che è stata molto esplicita, ma anche molto riservata com’è nel suo stile:

“La crisi era già nell’aria, io e Raoul ci separeremo ma voglio che i nostri due figli, Alessandro e Francesco, rimangano fuori da tutto”.

Insomma, le cose non vanno, non sembrano andare bene eppure non ci sono conferme ufficiali di un divorzio, c’è anche chi parla della presenza di un altro uomo nella loro storia, un uomo che avrebbe fatto infatuare/innamorare Raoul Bova, ma queste sono voci per adesso, questi sono rumor a cui non ci è dato fornire una risposta.

In tutto questo marasma di informazioni, Raoul Bova è momentaneamente nei “guai” con il fisco che gli ha sequestrato ben 1,5 milioni di euro. I problemi sarebbero avvenuti a causa di una questione relativa alla società che gestisce l’immagine dell’attore, la Sammarco Srl. Raoul Bova ha fatto sapere:

“È un sequestro che non ha alcuna ragione di esistere, perché sto già pagando. E’ un accanimento”.

Secondo quanto riferito da Bova, lui era venuto a conoscenza di questo errore durante l’estate, errore di terzi che sta pagando lui:

“Con l’ausilio dei miei consulenti, ho deciso di definire immediatamente un accordo in base al quale sto da tempo pagando quanto è poi risultato da me dovuto a seguito delle verifiche”.

L’attore, per concludere, ci ha tenuto particolarmente a ringraziare al Guardia di Finanza per l’operato che sta svolgendo:

“Per due anni ha operato con la massima professionalità e riservatezza, vanificata oggi che la Procura ha ottenuto il sequestro e spero che la faccenda si chiuda al più presto per riprendere serenamente il mio lavoro che è sostanzialmente di set, e non di libri contabili, fatture e tribunali”.

Insomma, sembra proprio che per Raoul Bova si prospetti un periodo nero che lo sta portando a essere – involontariamente – nell’occhio del ciclone. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto