Papa Francesco, la prima udienza generale

Papa Francesco, la prima udienza generale

“Le volpi hanno le loro tane” ma precisa che non si riferiva al pontificato precedente ed ha evocato la missionarietà


Come vuole la tradizione nata con il pontificato di Paolo VI e mantenuta da tutti i successori del soglio di Pietro, anche Papa Francesco dà il via al suo ciclo di udienze generali del mercoledì. Ma appena ha pronunciato la frase “Le volpi hanno le loro tane” ha voluto subito precisare che erano parole di Gesù e non si riferiva a volpi, lupi e corvi del pontificato di Benedetto XVI.

Jorge Bergoglio ha voluto dire ai fedeli che dopo Pasqua riprenderà le sue riflessioni sull’Anno della fede, aperto proprio dal suo predecessore nell’ottobre del 2011. Dai molti fogli che teneva in mano, si è subito capito, visto la mole di autocitazioni, che non erano scritti da lui. Tuttavia Papa Francesco ha conquistato tutti con le sue affermazioni “a braccio.”

Jorge Bergoglio, nel pieno della Settimana Santa, ha voluto parlare del “tradimento di un amico” che ha subito Gesù parlando anche della sua “delusione”. Ha inoltre ricordato l’importanza della missionarietà: “Impariamo a uscire da noi stessi verso le periferie dell’esistenza” rimarcando il fatto che le chiese siano vuote.

Il Papa, che oggi non aveva l’anello piscatorio, avrà un’agenda fittissima di impegni. Domani pomeriggio incontrerà anche i ragazzi dell’Istituto penale per minori di Casal del Marmo e a dodici di loro Francescolaverà i piedi ricordando il gesto che compì Gesù. Venerdi lo attenderanno la Via Crucis e domenica la Santa Messa con l’Urbi et Orbi.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto