Papa Francesco e la sedia offerta ad una guardia svizzera

Papa Francesco e la sedia offerta ad una guardia svizzera

“Riposo soldato!”


Papa Francesco non smette di stupire. In barba a qualsiasi forma di ritualità ecclesiastica, il Pontefice ha porto una sedia ad una giovane Guardia Svizzera che ha vegliato tutta la notte nei corridoi delle residenze vaticane.
È un altro dei gesti di grande semplicità da parte del papa, che entra sempre di più nel cuore e nelle simpatie della gente. La sorprendente statura morale di Jorge Mario Bergoglio sta proprio nei gesti che ha compiuto e continua a compiere sin dal momento della sua elezione al soglio pontificio.

Come salutare con un normalissimo “buonasera” le migliaia di fedeli accorsi la sera del 13 Marzo ad accogliere il nuovo vescovo di Roma. Indossare una croce di ferro anziché d’oro, un paio di scarpe che non portano firme prestigiose. Oppure occuparsi teneramente della guardia svizzera che ogni notte, fino all’alba, presidia la porta del suo appartamento in Casa Santa Marta. Anche in tal caso con un gesto semplicissimo, come offrire una sedia per riposarsi dopo la veglia notturna. E di fronte al tentativo di cortese rifiuto dell’ufficiale, impedito dal ferreo regolamento, Francesco ha candidamente sottolineato che lui è il papa e che quindi poteva accettare tranquillamente l’offerta.

Bergoglio appare sempre di più come il papa del popolo, delle persone comuni, che preferisce allontanarsi dagli schemi fissi e plurisecolari della tradizione ecclesiastica, per avvicinarsi al mondo reale, con tutti i suoi problemi, drammi e sofferenze.

Un Pontefice che però non asseconda il relativismo dilagante nella società moderna, ma rafforza pienamente il significato e il valore nella fede cristiana. Un credo che deve infondere gioia, fiducia e speranza, proprio quella che Francesco ha esortato i giovani a non perdere, né ora, né mai.

Dal “se sbaglio mi corrigerete” di Woitjla, all’“umile lavoratore nella vigna del Signore” di Ratzinger, papa Francesco si mostra al mondo come il vicario di Cristo che scende tra la gente e vive con e per essa. (m.t.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto