Papa Francesco a Rio: discorso ai tossicodipendenti nel centro dell’ospedale São Francisco de Assis

Papa Francesco a Rio: discorso ai tossicodipendenti nel centro dell’ospedale São Francisco de Assis

No alle legalizzazione di qualsiasi tipo di droga: “è un mercato di morte che segue la logica del potere e del denaro” – è questo il messaggio lanciato


 

Papa Francesco è a Rio per la XXVIII Giornata Mondiale della gioventù ed è già il quarto giorno dell’incontro mondiale tra i giovani e Bergoglio nella seconda città brasiliana, dopo San Paolo.

Il papa si è fermato all’ospedale São Francisco de Assis per salutare gli infermi: le prime attenzioni sono state dedicate a quelli più gravi e immobilizzati su sedie a rotelle.

 

Nel cortile dell’ospedale, nel popoloso quartiere di Tijuca, ha voluto incontrare anche i pazienti tossicodipendenti ricoverati al centro, finanziato dalla Cei con i fondi dell’8×1000, grazie a tutte le persone che hanno deciso di donare parte dei loro risparmi alla Chiesa Cattolica.

 

Ad ognuno di loro, il papa ha offerto un tenero ed affettuoso abbraccio spiegando:

Abbracciare. Abbiamo tutti bisogno di imparare ad abbracciare chi è nel bisogno, come faceva san Francesco“.

Il papa incoraggia il mondo a tendere la mano a chi necessita di un aiuto, di una spinta per non arrendersi alla difficoltà e al buio della dipendenza.

 

PapaFrancescoRio
Papa Francesco

 

Ci si può rialzare: è faticoso, ma è possibile se lo si vuole. L’intenzione e l’aiuto possono fare grandi cose se collaborano tra di loro e per questo Bergoglio, riferendosi alle persone affette da dipendenza, regala parole di speranza:

Cari amici vorrei dire a ciascuno di voi, ma soprattutto a tanti altri che non hanno avuto il coraggio di intraprendere il vostro cammino: ‘sei protagonista della salita; questa è la condizione indispensabile! Troverai la mano tesa di chi ti vuole aiutare, ma nessuno può fare la salita al tuo posto ”.

Non si è mai soli, si ha sempre qualcuno al proprio fianco disposto ad aiutarci e ad ascoltarci. Se si guarda avanti a noi, un futuro è certo e non è quello che si colloca rispetto alle proposte illusorie degli idoli del mondo, ma quello che da un nuovo slancio vitale e una nuova forza nella vita di ogni giorno. Mai dimenticarsi della speranza, tutti devono esserne portatori!

 

Questo è il pensiero di papa Francesco: “spesso, nelle nostre società, ciò che prevale è l’egoismo […] Quanti mercanti di morte che seguono la logica del potere e del denaro ad ogni costo!”. Tali sono le parole che possono riassumere la disapprovazione del nuovo Papa, nei confronti della legalizzazione di ogni tipo di droga.

 

 Papa Francesco – contro la droga

 

https://www.youtube.com/watch?v=zhgKCT9obvA





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto