Paolo Villaggio è morto… ma solo su Facebook

Paolo Villaggio è morto… ma solo su Facebook

Eccoci davanti a un’ennesima bufala che ha fatto scalpore, almeno a Firenze


Non credete nei miracoli? Fate bene. Perché se questa storia fosse stata vera ci saremmo trovati davanti a un vero e proprio mistero. Ma di vero non c’è un bel niente.

Paolo Villaggio è morto. Non è vero, Paolo Villaggio non è morto e adesso lo sa anche  il capogruppo del PD Francesco Bonifazi che a Firenze, ha voluto osservare in onore di Villaggio, un minuto di silenzio a Palazzo Vecchio, durante una seduta del comune. Povero Bonifazi, lui è uno all’avanguardia, uno che di social network se ne intende, uno che apprende la scomparsa delle persone tramite Facebook. Era solo una bufala, una delle tante sciocchezze che si leggono on line con il solo fine di provocare reazioni, o semplicemente soltanto per gioco.

Insomma, l’assemblea comunale di Firenze invece che dedicare un minuto di silenzio a Paolo Villaggio, gli ha dedicato un bel quarto d’ora di risate con tanto di commenti e come se non bastasse ci si è messo anche il capogruppo del PDL che ha detto “caro Bonifazi, così gli hai allungato la vita”

E Paolo Villaggio come l’ha presa?

“Ringrazio per la gentilezza dell’iniziativa e per le condoglianze, ma per ora sto ancora abbastanza bene. Sarebbe stato un minuto di silenzio preventivo, un’iniziativa mai vista. Mi auguro che il tempo del minuto di silenzio non arrivi presto per questo governo dei tecnici, una cosa che purtroppo molti auspicano. I politici corrotti e incapaci vorrebbero mandarli a casa, e questo sarebbe un male perchè tornerebbero i politici stessi, che sono degli approfittatori della res pubblica e non sanno fare niente se non il male dell’Italia. Ma i tecnici hanno fibra forte: spero che resisteranno”

Insomma, lunga vita al ragionier Fantozzi!





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto