New York, inaugurato il Museo dell’11 settembre

Barack Obama ha inaugurato a New York il tanto atteso museo che commemora gli attacchi del 11 settembre 2001


Nessun atto di terrore può mutare la forza o il carattere del nostro Paese” (le dichiarazioni le riportiamo dal NYT) ha detto Obama ai familiari delle vittime dell’11 settembre, riuniti nella sala sotterranea del National September 11 Memorial Museum. Una cerimonia sobria pe tagliare il nastro del luogo che segna la memoria del peggior attacco straniero sul suolo americano. Un giorno che ha cambiato la storia, ha inaugurato una nuova di paura e guerra, ha  ridefinito il posto dell’America nel mondo. “Circondati dai resti d’acciaio contorti e graffiti incisi sulle torri gemelle, il presidente e gli altri ospiti hanno giurato di non dimenticare”. Sulla piazza del memoriale, dove incisi nel bronzo si leggno i nomi delle quasi 3.000 persone che morirono l’11 settembre, nel museo a 70 metri sotto il livello del suolo, circa 700 invitati.

Più che i fatti e le conseguenze su larga scala, Obama ha evocato le vittime e coloro che cercarono di salvarle: “Qui ci raccontano la loro storia, in modo che le generazioni non ancora nate non dimenticheranno mai di quelle persone che hanno guidato gli altri verso la sicurezza“, ha detto. E così ha ricordato l’eroismo di un giovane uomo con una bandana rossa che aiutò a salvare le persone nella torre sud prima del crollo. La sua identità è rimasta a lungo sconosciuta fino a mesi più tardi, quando la madre lesse un articolo sul misterioso salvatore con la bandana rossa e lo riconobbe. Era Welles Crowther , aveva 24 anni.
Aveva una grande risata e gioia di vivere e sognava di vedere il mondo“, ha detto Obama . “Ha lavorato nel campo della finanza, ma era stato anche un vigile del fuoco volontario. E dopo l’impatto degli aerei, ha messo su quel fazzoletto e ha trascorso i suoi ultimi momenti a salvare gli altri“. Una storia, simbolica, in una storia più grande e non ancora finita, dove gli attacchi dell’11 settembre non furono che l’inizio, un tragico semaforo verde alla violenza e al terrore.

Del museo dell’11 settembre abbiamo già scritto, invitiamo a cliccare per gli approfondimenti.

 

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto