Nanni Moretti ministro della Cultura candidato da Michele Placido

Nanni Moretti ministro della Cultura candidato da Michele Placido

Mentre impazza il toto premier un nome avanza per il ministero della Cultura, quello di Nanni Moretti


Nanni Moretti sarebbe un grande ministro della Cultura, sarebbe un colpo di genio“. A sostenere l’insolita candidatura è Michele Placido, che, in occasione della presentazione del suo film francese “Il cecchino” – in sala dal 1° maggio – ha trovato modo di commentare la pesante attualità italiana e puntare il dito su una classe politica che dice essere “la più ignorante di tutti gli altri paesi europei”, fatta da uomini che “non leggono, non amano l’arte, non conoscono la musica, non vanno al cinema. L’unico uomo di cultura è il presidente Napolitano, mi auguro che vigili sulla scelta del ministro“. Una critica che non ha risparmiato nessuno, quella di Placido, dall’attuale ministro Lorenzo Ornaghi all’ex ministro Sandro Bondi (“il peggiore“) agli stessi uomini del cinema e dice: “I maggiori responsabili siamo noi. Dobbiamo far sentire la nostra voce, occupiamo il ministero, pacificamente, certo, ma abbiamo bisogno di un gesto forte […] Siamo in un momento molto basso, brutto, pericoloso. Appena provi a fare cinema civile ti saltano addosso. Ricordo le polemiche per Vallanzasca, un criminale, certo, ma quanti Vallanzasca ci sono in Parlamento, non usano il mitra, tradiscono e derubano la gente e la loro fiducia con altri mezzi.”

Michele Placido ha girato il suo film – un classico poliziesco – in Francia, il successo è stato immediato. 400mila spettatori al cinema e il “prodotto” venduto in 21 paesi. Un cast di prim’ordine accompagna questa avventura: Daniel Auteuil, Mathieu Kassovitz, Olivier Gourmet, Luca Argentero e Violante Placido.

del film riparleremo presto, in quanto alle proposte politiche di Placido vedremo se e come saranno accolte dallo stesso Moretti e da chi dovrà compiere la scelta.
(a.d)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto