Muore Andrea Antonelli, pilota della Kawasaki

Muore Andrea Antonelli, pilota della Kawasaki

Pista bagnata a Mosca e la visibilità praticamente nulla costa la vita al pilota italiano


Basta con le morti in nome dello sport. Lo dicono gli stessi piloti dopo la tragedia nel Gp di Mosca di Superbike, categoria Supersport.
Andrea Antonelli, 25 anni di Castiglione del Lago, pilota Kawasaki, è morto, in Russia, nel corso della gara. Nulla hanno potuto i medici del centro medico del Moscow Racewa. L’incidente è capitato poco dopo il via. Il trauma cranico susseguente alla caduta è stato  fatale. Andrea faceva parte del Team Go Eleven. Le condizioni della pista  erano proibitive al punto che ci si aspettava uno stop della direzione gara. E invece lo spettacolo doveva evidentemente continuare e le conseguenze sono state disastrose. Il pilota umbro è caduto ed è stato investito dalla Honda di Lorenzo Zanetti. L’investitore non è riuscito ad evitarlo.
Andrea non si è più ripreso entrando in coma immediatamente.
E’ morto poche decine di minuti dopo l’incidente. La gara di SuperSport e stata sospesa e quindi annullata. E’ stata cancellata anche gara-2 di Superbike.
Andrea Antonelli era nato il 17 gennaio 1988. Nel 2002 – dopo aver corso nelle minimoto, aveva iniziato a correre nell’Europeo Superstock 600 e nella Superstock 1000. Un talento italiano: 14 volte sul podio. Il debutto nel mondiale SuperSport è dell’anno scorso. Nelle qualifiche moscovite aveva ottenuto il miglior risultato: un quarto tempo che gli aveva permesso di partire in seconda fila nello schieramento. (gm)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto