Mike Tyson rischia di morire

Mike Tyson rischia di morire

Confessione choc ha parte dell’ex campione di boxe


L’ex campione di boxe Mike Tyson ha dichiarato di essere sul punto di morire a causa di gravi problemi di dipendenza da alcool e droga.
Voglio vivere la mia vita sobria, non voglio morire. Sono sul punto di morire, perché sono un alcolista” – ha confessato Tyson al programma della Espn “Friday Night Fights” ; ha continuato dicendo – “Voglio cambiare la mia vita, voglio vivere una vita diversa ora”.

Ha ammesso di assumere sostanze stupefacenti abitualmente e di essere alcolizzato; ora è stufo di vivere la sua vita in questo modo senza essere mai cosciente della realtà ed è convinto di potercela fare e vuole impegnarsi a ritornare come prima.
“In sei giorni non ho bevuto o preso droghe e per me questo è un miracolo. Ho mentito a tutti gli altri, che ancora pensano io sia sobrio: ma non lo sono. Questo è il mio sesto giorno. Non farò più uso di sostanze” ha dichiarato Tyson.

Durante la drammatica intervista della trasmissione “Friday Night Fights” ha confidato in diretta tv: “Sono un cattivo ragazzo a volte. Ho fatto un sacco di cose cattive e voglio essere perdonato. Voglio cambiare la mia vita”.
Il 47enne vuole cambiare radicalmente le sua abitudini e dare una svolta alle dipendenze che ha accumulato durante gli anni tra droghe e alcool che lo hanno reso schiavo.

Nel 2006 aveva confessato di essere un consumatore abituale di cocaina dopo essere stato arrestato dalla polizia per guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di stupefacenti. E’ sempre stato coinvolto in risse ed è famoso per essere stato al centro del processo per violenza sessuale a Indianapolis verso la reginetta di bellezza Desiree Washington per cui ha scontato sei anni di carcere negli anni ’90; lui si è sempre dichiarato innocente.

Ha iniziato presto ad avere problemi con la legge infatti all’età di 12 anni si era messo nei guai per uno scippo ed era stato mandato in riformatorio. Nel 1982 viene espulso dalla scuola superiore di Catskill, a nord di New York per poi tornare poi in riformatorio.
Grazie ad una guardia carceraria inizia a praticare la boxe e il 6 Marzo 1985 inizia la carriera professionistica diventando a 21 anni il più giovane campione dei pesi massimi della storia. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto