Michelle Hunziker accusata di maltrattare il cane: ‘Invenzione stupefacente’

Michelle Hunziker accusata di maltrattare il cane: ‘Invenzione stupefacente’

Michelle Hunziker nella bufera per il comportamento avuto con la sua cagnolina Lilly. La conduttrice, nelle scorse settimane, era stata…


***image_caption***
Michelle Hunziker nella bufera per il comportamento avuto con la sua cagnolina Lilly. La conduttrice, nelle scorse settimane, era stata paparazzata in spiaggia a Forte dei Marmi mentre sotterrava per gioco la sua barboncina ed è subito scattata la polemica.
Le foto, pubblicate dal settimanale Di Più, hanno spinto l’Aidaa, Associazione Animalista Italiana, a presentare un esposto alla procura della Repubblica del Tribunale di Milano con l’accusa di maltrattamento degli animali.
Michelle si è subito difesa su Facebook, dove ha condiviso un post sulla faccenda.
“Capisco che trovare notizie a Ferragosto sia difficile, ma esiste un limite anche all’ansia di vendere a tutti costi i giornali. Eppure è tale la preoccupazione del direttore Mayer di non vendere, che non esita a inventare che avrei maltrattato la mia amata cagnolina Lilly! L’invenzione è talmente stupefacente che mi farebbe ridere, se non si trattasse di una cagnolina che è a tutti gli effetti parte della mia famiglia e sulla famiglia non amo le invenzioni! Basta dunque, caro direttore, di emulare Archimede Pitagorico, altrimenti il suo giornale finirà per sembrare un pessimo fumetto!” ha scritto la moglie di Tomaso Trussardi.
Non è tardata ad arrivare la replica di Sandro Mayer, pubblicata sul blog dell’Aidaa.
“Di Più è il settimanale più venduto d’Italia. E sa perché? Perché è credibile. No,signora Hunziker, lei sbaglia: non abbiamo bisogno di inventare notizie, e tanto meno su di lei che ne offre settimanalmente. Abbiamo pubblicato una foto, quella della sua splendida cagnolina con le zampine imprigionate dalla sabbia per un evidente gioco da spiaggia. So che lei ama i cagnolini e anch’io li amo (…). Bene ammetterà che quella foto era una notizia sorprendente e l’abbiamo pubblicata…Rilegga bene l’articolo di questo numero: Di Più ha pubblicato una lettera del suo (ex) patrigno, firmata da lui, e una dichiarazione con cui l’Aidaa chiede alla Procura di aprire una indagine. Che cosa c’è di inventato? Non voglio rivolgermi al tribunale anch’io ma, signora, la prego di volere rispettare Di Più e i suoi giornalisti”.





COMMENTI
Vedi tutto