Michaela Biancofiore, sottosegretario alle Pari Opportunità: è polemica

Michaela Biancofiore, sottosegretario alle Pari Opportunità: è polemica

Josefa Idem, Pd, è il Ministro. E’ arrivata anche la nomina a sottosegretario, nomina che non ha lasciato del tutto indifferenti.


Mettiamo subito le cose in chiaro. Josefa Idem è un membro del Partito Democratico scelto da Enrico Letta come Ministro per le pari opportunità. Sottosegretario di tale Ministero è Michaela Biancofiore, PDL.

Josefa Idem si è sempre dichiarata favorevole ai matrimoni tra persone dello stesso sesso e c’è da ammettere che in Italia, tra gli esponenti del governo, è una delle poche. Michaela Biancofiore, invece, più di una volta ha espresso il suo totale disaccordo sull’argomento, ribadendo più volte – e con parole poco carine – di non avere una particolare simpatica per le persone dello stesso sesso.

Una nomina, quella di Michaela Biancofiore che sta facendo discutere, una nomina che sinceramente suona come una nota stonata dopo la scelta del Ministro giudicata dall’opinione pubblica come lungimirante, esatta e innovativa. Eccoci dunque di fronte all’ennesimo capitolo disastroso e poco chiaro della politica italiana.

Se comunque non avete idea di chi sia Michaela Biancofiore, ecco le sue parole che, perdonate la schiettezza, probabilmente per la carica che è chiamata a rivestire, sono totalmente errate e fuori luogo, per una serie lunghissima di motivi che non saremo certo noi ad elencare. A voi il giudizio:

“Purtroppo qualcuno nasce con una natura diversa, tra l’altro una natura che non ti fa avere una vita facile. Sono persone che considero al pari di me. Non c’è solo l’eterosessualità, ma anche una sessualità diversa, che oggi, purtroppo, è estremamente comune. Ribadisco il mio no ai matrimoni gay. Chi va con i trans ha seri problemi di posizionamento sessuale. Capisco i trans che si operano, ma non vedo perché si dovrebbe consentire un matrimonio tra un ‘uomo uomo’ e un ‘uomo che vuole sembrare donna e mantiene l’organo maschile’. Lo apprezzerei piuttosto se facesse l’operazione. Questi mix strani mi lasciano perplessa: uno o si sente uomo o donna”.

“Gli italiani sono tendenzialmente contrari ai matrimoni gay perché noi restiamo un popolo profondamente cattolico. Detto questo, ho il massimo rispetto per tutte le forme di amore”.

“Una volta incontrai una donna notoriamente gay. Era estate, lei per salutarmi prima della fine della legislatura voleva baciarmi, ma io reagii imbarazzata e schivai il bacio e le tesi la mano. Per un etero anche un approccio affettivo di un gay crea imbarazzo. Ovviamente negli anni sono cambiata, ma allora reagii così. Mi è dispiaciuto per quella reazione, ma bisogna ammettere che, bene o male, alcune cose sono ancora un tabù in Italia: è stato un comportamento istintivo. Per un etero ricevere un abbraccio da parte di un gay può risultare imbarazzante. Ora ho cambiato idea”.

“Gli altri lo guarderanno in maniera strana. Di solito come Elton John i padri gay sono coppie eccentriche e i bambini non crescono nella normalità. Saranno presi per il culo per tutta la vita, saranno devastati per sempre per l’egoismo dei genitori”.

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto