Maturità 2013: le tracce della prima prova

Maturità 2013: le tracce della prima prova

491.491: questo il numero degli studenti chiamati per l’esame di Stato in questo 2013.


Ci siamo. Il grande giorno è arrivato. I ragazzi dell’ultimo anno delle superiori sono pronti – o magari pronti non lo saranno mai – per la tanto temuta prima prova, quella che comunemente viene semplicemente chiamata come “il tema di italiano”. Quasi cinquecento maturandi in tutta Italia sono alle prese con la prima prova, la più temibile, quella nella quale è contemplata anche l’ansia di sedersi per la prima volta sui banchi in qualità di maturandi.

Dalle 8.30 questa mattina, gli studenti hanno visto aprirsi le famose buste, quelle all’interno delle quali è racchiusa quella che sarà la loro prima prova, quelle che saranno le tracce che loro dovranno eseguire. Quattro le tipologie: analisi del testo, articolo di giornale/saggio breve, tema di ordine storico, tema di ordine generale. Le informazioni attualmente sono in continuo aggiornamento, ma ci sono già i primi titoli delle tracce:

Tipologia A, l’analisi del testo: “L’infinito viaggiare” di Claudio Magris. I candidati dovranno analizzare un brano tratto dall’introduzione di questo libro:

“Ci sono luoghi che affascinano perché sembrano radicalmente diversi e altri che incantano perché, già la prima volta, risultano familiari, quasi un luogo natio. Conoscere è spesso, platonicamente, riconoscere, l’emergere di qualcosa magari ignorato sino a quell’attimo ma accolto come proprio. Per vedere un luogo occorre rivederlo. Il noto e il familiare, continuamente riscoperti e arricchiti, sono la premessa dell’incontro, della seduzione e dell’avventura; la ventesima o centesima volta in cui si parla con un amico o si fa all’amore con una persona amata sono infinitamente più intense della prima. Ciò vale pure per i luoghi; il viaggio più affascinante è un ritorno, come l’odissea, e i luoghi del percorso consueto, i microcosmi quotidiani attraversati da tanti anni, sono una sfida ulissiaca. “Perché cavalcate per queste terre?” chiede nella famosa ballata di Rilke l’alfiere al marchese che procede al suo fianco. “Per ritornare” risponde l’altro.”

Tipologia B, il saggio breve o articolo di giornale: per l’ambito artistico-letterario “Individuo e società di massa”, con testi di Pasolini, Canetti e Montale. Per l’ambito socioeconomico “Stato, mercato e democrazia” con testi di Zingales, Pirani e Krugman. Per l’articolo breve il tema è “Omicidi politici”, con un brano di Roberto Raja in “I 55 giorni del sequestro Moro”. Ambito tecnico-scientifico: La ricerca scommette sul cervello.

Tipologia C, il tema di argomento storico: “In economia internazionale l’acronimo BRICS indica oggi i seguenti Paesi considerati in una fase di significativo sviluppo economico: Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica. Premesse le profonde differenze intercorrenti fra le storie di ciascuno di tali Paesi, il candidato illustri gli aspetti più rilevanti della vicenda politica di due di essi nel XX secolo“.

Tipologia D, il tema di ordine generale: “Fritjof Capra (La rete della vita, Rizzoli, Milano 1997) afferma: ‘Tutti gli organismi macroscopici, compresi noi stessi, sono prove viventi del fatto che le pratiche distruttive a lungo andare falliscono. Alla fine gli aggressori distruggono sempre se stessi, lasciando il posto ad altri individui che sanno come cooperare e progredire. La vita non è quindi solo una lotta di competizione, ma anche un trionfo di cooperazione e creatività. Di fatto dalla creazione delle prime cellule nucleate, l’evoluzione ha proceduto attraverso accordi di cooperazione e di coevoluzione sempre più intricati’. Il candidato interpreti questa affermazione alla luce dei suoi studi e delle sue esperienze di vita“.

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto