Marco Travaglio si scaglia contro il PD

Marco Travaglio si scaglia contro il PD

Dopo le 10 domande a Silvio Berlusconi, stavolta nel suo editoriale Marco Travaglio interroga il PD, massacrandolo!


Feroce Marco Travaglio, inarrestabile. Il giornalista de Il Fatto Quotidiano come al solito non tiene la bocca chiusa e decide di dire la sua dopo la situazione inaffrontabile delle scorse ore. Il Partito Democratico ha tradito la fiducia di tanti, tantissimi cittadini che addirittura hanno bruciato la tessera del partito. Marco Travaglio nel suo editoriale sul quotidiano ha lanciato l’ennesima provocazione, anzi, l’ennesima sfida al PD, una sfida che speriamo che il partito colga.

Qualche tempo fa il giornalista ha fatto dieci domande a Silvio Berlusconi, domande che non hanno mai ricevuto risposta; stavolta Marco Travaglio lancia la sfida al partito. Ecco come:

“Perciò le domande da porre al Pd sono altre.

Perché nel ’94 avete “garantito a B. e Letta che non gli sarebbero state toccate le televisioni” (Violan – te dixit)?

Perché per cinque legislature avete sempre votato per l’eleggibilità di B., ineleggibile in base alla legge 361/1957?

Perché nel ’96 D’Alema andò a Mediaset a definirla “una grande risorsa del Paese”?

Perché nel ’96 avete resuscitato lo sconfitto B. promuovendolo a padre costituente per riformare la Costituzione e la giustizia?

Perché nel 1996-2001 e nel 2006-2008 non avete fatto la legge sul conflitto d’interessi?

Perché avete demonizzato i Girotondi, accusandoli di fare il gioco di B.?

Perché non avete spento Rete4, priva di concessione, passando le frequenze a Europa7 che la concessione l’aveva vinta?

Perché nel 1996-2001 avete depenalizzato l’abuso d’ufficio, abolito l’ergastolo, depotenziato i pentiti, chiuso le supercarceri del 41-bis a Pianosa e Asinara?

Perché, negli otto anni in cui avete governato da soli, non avete mai cancellato una sola legge vergogna di B.?

Perché le vostre assenze hanno garantito l’approvazione di molte leggi vergogna, dallo scudo fiscale in giù, che non sarebbero passate a causa delle assenze nel centrodestra?

Perché nel 1999 una parte di voi salvò Dell’Utri dall’arresto?

Perché nel 2006 i dalemiani chiesero a Confalonieri, Dell’Utri e Letta i voti per D’Alema al Quirinale?

Perché nel 2006 faceste un indulto esteso ai reati di corruzione, finanziari, fiscali e al voto di scambio politico-mafioso?

Perché nel 1998 e nel 2008 avete affossato i due governi Prodi?

Perché nel 2011, anziché mandarci a votare, avete scelto di governare con B., salvandolo da sicura sconfitta, all’ombra di Monti?

Perché preferite accordarvi al buio con B. per Marini, D’Alema, Amato sul Colle, anziché scegliere Rodotà e dialogare con i 5Stelle per il nuovo governo, come vi chiedono i vostri elettori?

Adesso la palla passa al Partito Democratico.

 

(b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto