La maestra è gay ? Licenziata !

La maestra è gay ? Licenziata !

A Trento le suore di una scuola licenziano l’insegnante perché lesbica. L’episodio mette in moto tutti gli apparati politici.


È vero che l’estate sta tardando ad arrivare, ma a Trento, dopo l’episodio dell’insegnante alla quale non è stato rinnovato il contratto perché gay, sta per abbattersi un vero e proprio uragano. Il fatto è accaduto presso l’Istituto Sacro Cuore, che di cuore a quanto pare sembra non appartenergli più tanto. Secondo le indiscrezioni, la superiora dell’istituto, tale madre Eugenia Libratore, avrebbe dialogato con l’insegnante chiedendole se avesse dei problemi personali legati alla sua presunta omosessualità, attraverso una sua conferma.

Naturalmente tutto ciò ha scatenato le ire della docente che ha abbandonato l’ufficio senza rivolgere nessuna risposta. Un’inchiesta è stata aperta a tal riguardo dal Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini per una verifica della spiacevole situazione che si è venuta a creare. Un degno confronto stabilirà se il mancato rinnovo del contratto all’insegnante sia dovuto per altri motivi o se per quelli legati alla sue scelte sessuali. Un coro trasversale si è levato dalle forze politiche a difesa della malcapitata insegnante e la presa di posizione del Ministro Giannini è parsa a tutti di prammatica. L’episodio comunque fa riflettere.

In un pontificato come quello di Papa Francesco, riconosciuto universalmente come il nuovo vero faro della chiesa cattolica, come colui che, attraverso il dialogo e le denunce alla chiesa stessa, sta recuperando la fiducia dei fedeli nell’umiltà della parola di Cristo, tegole come questa sull’autorità della figura religiosa di madre Eugenia Libratore o come quella di don Stefano Maria Cavalletti, parroco di Stresa, proprio non ci volevano. Due episodi in una sola settimana che macchiano non poco l’integrità morale di chi al contrario dovrebbe guidare e accompagnare le anime bisognose. Su madre Eugenia Libratore si verificherà a breve, don Stefano Maria Cavalletti si è già pentito sull’uso e sullo spaccio di cocaina. Ma chi è senza peccato scagli la prima pietra. Che Dio ci aiuti !

Francesco Serviente





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto