L’omicida di Chris Kyle, il marine di American Sniper, è stato condannato

L’omicida di Chris Kyle, il marine di American Sniper, è stato condannato

Eddie Ray, l’ex marine che ha ucciso Chris Kyle, il cecchino di American Sniper, è stato condannato


Una giuria texana ha deciso che Eddie Ray, l’uomo che ha ucciso Chris Kyle, è colpevole di omicidio. Eddie Ray, anche lui un marine con la PTSD (la sindrome da stress post traumatico) aveva ucciso l’eroe di guerra Chris Kyle sulla cui storia è basato il film di Clint Eastwood American Sniper.
Chris Kyle aveva fondato una associazione in cui si occupava dei reduci, come lui, che avevano sofferto di PTSD, Eddie Ray era uno di questi e durante una sessione in un poligono di tiro Ray ha sparato e ucciso Kyle

Chris Kyle era il discusso Navy SEAL che secondo l’esercito americano aveva ucciso 160 persone. Il numero di uccisioni di questo SEAL texano è tuttora un record per l’esercito americano e dalla sua storia di guerra Clint Eastwood ha tratto American Sniper, il film patriottico di grandissimo successo.

Eddie Ray è stato condannato all’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale ma ha scampato la pena di morte. Cosa non scontata dato che il processo si è tenuto in Texas, lo stato con più condanne a morte degli Stati uniti.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto