Lil Wayne: retata della polizia nella sua casa di Miami

Lil Wayne: retata della polizia nella sua casa di Miami

La villa di Miami Beach di Lil Wayne ha subito una vera e propria retata da parte della polizia locale….


***image_caption***
La villa di Miami Beach di Lil Wayne ha subito una vera e propria retata da parte della polizia locale.
I fatti risalgono a ieri (martedì 3 novembre) quando la proprietà di Wayne è stata circondata da alcuni agenti che gli avrebbero sequestrato alcuni beni di valore, al fine di saldare un debito pari a 2 milioni di dollari, che il rapper 33enne pare debba ad una compagnia di jet privati, oltre ad una cifra di 200.000 dollari di spese legali.
Lil, il cui vero nome è Dwayne Michael Carter Jr, si crede sia in possesso di una collezione di opere d’arte del valore di più di 30 milioni di dollari, alcuni delle quali sarebbero state rimosse dalla polizia nel raid avvenuto nella notte.
Da alcune immagini, si vedono gli agenti rimuovere vari oggetti e riporli all’interno di un furgone.
Secondo TMZ, un perito avrebbe avuto il compito di stimare il valore dei beni presenti all’interno della proprietà, per valutare se siano sufficienti a saldare il debito di Wayne.
Al momento dell’arrivo della polizia, Lil – che ha già trascorso un periodo di 8 mesi in carcere per possesso illegale di armi e marijuana – pare non si trovasse all’interno della proprietà, bensì in uno strip-club di Los Angeles.
La security della villa di Wayne si è vista costretta a lasciar passare gli agenti, facenti capo al Sceriffo della Contea di Miami, che avrebbero minacciato di forzare la serratura, nel caso in cui avessero opposto resistenza.





COMMENTI
Vedi tutto