La rivincita di Valerio Scanu: venduta all’asta la canotta ‘gender’

La rivincita di Valerio Scanu: venduta all’asta la canotta ‘gender’

Presentatosi sul palco di Cosenza con una canotta giallo-canarino, trasformatasi nel corso del concerto in un vestitino bucherellato, Valerio Scanu…


***image_caption***
Presentatosi sul palco di Cosenza con una canotta giallo-canarino, trasformatasi nel corso del concerto in un vestitino bucherellato, Valerio Scanu era finito nel mirino di qualche critico che non gli aveva risparmiato gratuiti commenti a sfondo omofobo.
Il cantante sardo oggi si è preso la sua rivincita vendendo l’appariscente capo per la cifra 3080 euro in un’asta su eBay, il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza all’associazione “Diamo Una Mano”.
Su Facebook, Scanu ha postato: “Posso ritenermi strafelice per essere riuscito a vendere la mia tanto discussa canotta gialla a più di 3.000 euro, che devolverò interamente in beneficenza all’associazione Diamo Una Mano”.
Prima di mettere la canotta all’asta, Valerio, sempre sui social, rivelava di essere stato “deriso e insultato”.
“Sono stato deriso, insultato e criticato per questa canotta – affermava l’ex-naufrago – ma mi definisco ormai un’artista della positività. Il bello, il vero e il buono ci sono in ogni situazione, bisogna solo possedere l’arte per scovarli e quindi ho deciso di sfruttare la popolarità di questa canotta per sostenereDiamoUnaMano, un’associazione di volontariato dove il termine volontariato significa sempre ‘gratis’ e che opera a Napoli nel reparto di oncologia pediatrica del policlinico seconda università”.





COMMENTI
Vedi tutto