La Rai chiude La storia siamo noi

La Rai chiude La storia siamo noi

Il programma di Giovanni Minoli chiude i battenti. Ad annunciarlo è Luigi Gubitosi, il direttore generale Rai


L’Italia amante del servizio pubblico resta a bocca aperta: 12 anni di programmazione e migliaia e migliaia di ore di video rischiano di finire nel dimenticatoio. Una delle esperienze più costruttive e importanti della televisione italiana viene cancellata dai palinsesti della Rai, destando scalpore generale.

La storia siamo noi e Rai 150 chiudono i battenti. Giovanni Minoli e la sua squadra restano senza lavoro.

La notizia della chiusura del programma storico della Rai viene data da Repubblica e rapidamente ha fatto il giro del web che immediatamente si è indignato per la scelta di Mamma Rai. Reportage, biografie e approfondimenti della storia italiana e non solo che da 12 anni accompagnano i nostri palinsesti fornendo un vero e proprio servizio pubblico, vengono spazzati via in un lampo. Luigi Gubitosi, Direttore Generale della Rai annuncia:

“Si è chiusa l’esperienza di Rai 150; il budget previsto è stato speso quindi l’esperienza è finita…”.

Gubitosi ci tiene a far sapere quale sarà il destino di tutti i dipendenti di Rai 150, tutti coloro che quindi dal 2011 si sono occupati di una programmazione ad hoc per la celebrazione dell’importante anniversario italiano:

“Le persone che lavoravano con Minoli si stanno riposizionando nelle varie strutture dell’azienda. Minoli era già in pensione per raggiunti limiti d’età, gli era stato fatto un contratto per curare gli eventi legati all’Unità d’Italia. Non è escluso che in futuro la sua esperienza non possa portare a nuove collaborazioni come autore”.

A quanto pare, dunque, dalle parole del Direttore Generale della Rai si evince che Giovanni Minoli è giunto ad un’età tale per la quale il pensionamento deve arrivare e se il direttore va in pensione, va in pensione anche il suo progetto e il suo dipartimento viene “sciolto”. Non ci comunicati stampa ufficiali da Viale Mazzini e si attendono ulteriori dichiarazioni che approfondiscano queste scelte di politica interna, ma nel frattempo si può quasi affermare con certezza che tutti i documentari e gli approfondimenti creati sino ad ora accompagneranno comunque i palinsesti della Rai, vista l’imponente quantità di materiale registrato.

Immediati i commenti della rete sull’accaduto. Il popolo del web sembra non aver accettato la scelta di Gubitosi e della Rai. Twitter esplode con cinguettii poco carini e decisamente forti. Eccone alcuni:

 

La Storia siamo noi 1

 

La Storia siamo noi 2

La Storia siamo noi 3

 

La Storia siamo noi 4

 

La Storia siamo noi 5

 

(b.p.)

 

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto