Juventus Soccer School in Kenya

Juventus Soccer School in Kenya

Nasce a Nairobi (Kenya) la prima scuola di calcio ufficiale di tutta l’Africa sub-sahariana. E’gestita dallo Juventus Club Doc G. Scirea Chakama con il supporto del Ministero dello Sport e della Federazione Gioco Calcio del Kenya (FKF).


La scuola calcio rappresenta una grande opportunità per l’attività agonistica, per la ricerca e la selezione di nuovi talenti e per migliorare la qualità del calcio in Kenya. E? solo la prima tappa di un grande progetto: presto saranno aggiunte altre due sedi, nelle città di Mombasa e Nakuru, con l’obiettivo di aprire 12 scuole in tutto il territorio keniota entro 5 anni.

La Juventus Soccer School Kenya nasce per supportare il programma di beneficenza e volontariato Chakama nel Cuore, che fa capo all’associazione Karibu Onlus, fondata dall’ex discografico Popi Fabrizio. Gli utili netti derivanti dalle iscrizioni dei ragazzi, dagli sponsor, dal merchandising, dall’organizzazione di eventi sportivi, dalla cessione del cartellino dei giocatori o da eventuali diritti televisivi e/o d’immagine, andranno a favore del programma benefico e, di conseguenza, della comunità del villaggio di Chakama, vicino Malindi.
La scuola Juventus è il nostro nuovo gioiello – spiega Popi Fabrizio – e grande merito va dato alla Società di Torino per aver permesso questa iniziativa qui in Kenya, un paese dove sono conosciuti soltanto il calcio inglese e quello spagnolo; adesso la Scuola Juventus è a Nairobi, ma presto ne sarà aperta una a Mombasa e poi anche a Nakuru, per poi arrivare fino ai piccoli centri, grazie ad un programma studiato insieme con il Ministero della Gioventù e dello Sport. La cosa per me più gratificante è che questo progetto è supportato esclusivamente da sponsor africani e il nostro unico partner associativo è il sig. Yerry Kombe, imprenditore di Mombasa. Questo a dimostrazione di quanto sia grande  l’interesse intorno a questo grande progetto”.

Il programma Chakama nel Cuore, promosso e finanziato dalla Karibu Onlus, è partito nel 2008 nell’area di Chakama (località Kibora) con l’obiettivo di aiutare la comunità locale a raggiungere l’indipendenza  economico-alimentare e un buon livello educativo, oltre che di incrementare la capacità commerciale dell’area. Ad oggi sono stati costruiti l’asilo (con tre classi, come prevede la legislatura keniota), due classi (sulle 8 previste) della Primary School, un orfanatrofio, una falegnameria e una sartoria; è stata realizzata una condotta idrica, di circa 1300 metri, che porta acqua corrente dal fiume a tutto il comprensorio (l’acqua viene filtrata e depurata) ed è stata portata l’energia elettrica nel villaggio tramite generatori e pannelli solari. Il progetto prevede inoltre la costruzione di un pronto soccorso, la creazione di due fishing point per l’allevamento ittico e, entro il prossimo mese di agosto, di una grande cattle shed con 9 paddock per l’allevamento di animali; infine è stata avviata la coltivazione di aloe vera (per esportazione) su un’area di circa 8 ettari. Tutto questo in soli 5 anni.

www.jssk.mewww.juvesoccerschool.comwww.karibuvillage.com

(r.v)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto